Felicità per 7,5 euro: el pollo asado!

Io la domenica a Madrid sto proprio contenta. Una cosa che mi piace fare la domenica a Madrid, se non sto de tapas, è andare alla polleria, e fare la coda per comprare un pollo asado, cioè un pollo arrosto.
Poi mi compro pure le patate ed i pimientos del padrón, e me ne vado a casa con la busta, fumante e caldissima. Io onestamente prima di venire a vivere in spagna non avevo mai pensato che la gente potesse stare minutoni in coda (coda, in spagnolo “cola”) per prendere un pollo arrosto.

Quindi un giorno che ho visto in calle Valencia alla polleria El Murciano una coda impressionante mi sono detta “ma che pollo venderanno mai qui? mi metto in coda pure io, così lo scopro!”, e quel giorno scoprii che sì, con 7,5 euro si può comprare una fettina di felicità! Il segreto del pollo asado madrileño sta nel brodo: il girarrosto infatti è raccoglie nella sua base tutto il grasso di tutti i polli che si stanno lentamente cuocendo.
Questo superbo liquido viene poi generosamente versato sul pollo, rendendolo umido e golosissimo! Ecco il segreto del pollo della felicità!
Pollo grassone

Come accennavo per potenziare il sapore del pollo asado devi mangiarlo il con patate e Pimientos de Padrón: unos pican y otros no; si tratta di una deliziosa verdura fritta e condita con sale grosso. Circa il 10% de los pimientos “pican”, cioè sono piccanti, mentre il restante 90% sono dolci..ma ATTENZIONE! SI TRATTA DI PERCENTUALI DEL TUTTO ALEATORIE! L’aspetto affascinante dei pimientos sta nell’assoluta impossibilità di riconoscere i piccanti dai dolci!

Io nutro molta stima per l’inventore del pollo asado con il brodo grassone, perchè va bhè che è grasso, ma almeno è buono! mentre per esempio i lecca lecca sono pure quelli grassi però non sono buoni!

Read More →

Stranezze di Madrid: il giardino verticale!

Che non tutte le piante abbiano bisogno di terra è una cosa nota a tutti, ma l’idea di un giardino verticale è una stranezza che a Madrid non poteva affatto mancare!
Questo muro vegetale fu creato nel 1988 in una delle  zone più belle di Madrid, ed occupa 460 metriquadri di superficie con  15.000 piante di 250 specie, e la sua struttura richiama i giardini verticali dell’antica Babilonia.
È bellissimo questo giardino verticale, mio caro amico italiano che vuoi venire a vivere a Madrid: vieni a vederlo!




Ver mapa más grande

Read More →

Brunetta voglio dirti una cosa, da Madrid!

Se c’è un momento davvero conflittivo nella mia vita a Madrid è quando leggo le notizie sulla política italiana. Io quando leggo repubblica.it o qualsiasi altro quotidiano mi sento male, anzi se devo essere sincera io leggo repubblica. it per cercare di sentirmi un pò meno male, perchè sulla pagina del corriere a volte svengo.
Comunque la grande notiziona di oggi è l’idea di Brunetta, il nostro discutibilissimo ministro, che ha proposto di togliere 500 euro dalle pensioni per darle ai giovani che escono di casa.
Mio caro Brunetta, io immagino che tu non legga il mio blog poichè tu sicuro non vuoi venire a vivere a Madrid, visto che a Roma magni e bevi alla faccia di tutti noi italiani che ci facciamo il culo quadrato in Italia e fuori e paghiamo le tasse mentre qui a Madrid saresti un cittadino come tutti, ma mio caro caro Brunetta io vorrei dirti che forse potresti proporre di abbassare gli stipendi da capogiro di voi ministri e parlamentari, e con questi soldi aiutare i giovani!
Non togliendo 500 euro dalle pensioni che già sono da fame! Inoltre, mio caro Brunetta, vorrei aggiungere che tu non devi dare soldi a noi giovani ma devi darci un lavoro! Perchè solo lavorando e guadagnando e avendo un ruolo attivo nella società noi possiamo evere una vera emancipazione, non coi 500 euro tolti ai nostri genitori! Infatti non è che i giovani italiani che a 30 anni vivono in casa lo fanno perchè gli piace!
Io dico che una percentuale piccolissimissima sta bene a casa, ma la maggior parte non ha soldi per indipendizzarsi perchè non ha un lavoro!
Quindi, mio caro Brunetta, il bamboccione sei tu, e non il 30enne laureato che guadagna 800 euro al mese e non può permettersi di pagarsi un affitto! Adesso, mio caro Brunetta, cerca di tacere per almeno una settimana, giusto il tempo che il mio stomaco torni in ordine.

n.b. evviva il governatore delle regione puglia! Evviva Nichi

Read More →

Stranezze nei supermercati di Madrid (nº1): EL CALDO

Per me andare al supermercato a Madrid è sempre un piccolo viaggio, una “esperienzina”. Ogni volta infatti scopro deliziose stranezze, e sorrido, tornando contenta a casa con il mio carrito.
Una delle mie cose preferite qui nei supermercati di Madrid è il brick de caldo. Si tratta di un cartone (tipo quello del latte) contenente brodo.  Questo caldo (il più famoso è quello Gallina Bianca) è usato per preparare il riso utilizzandolo in sostituzione all’acqua. Ne esistono diverse versioni: di verdure e di pollo (il più usato).
Alcuni dicono che è anche possibile bere una tazza di caldo riscaldata nel microonde.  Il prezzo del brick da un litro varia da 1 a 3 euro (a seconda della qualità del prodotto). Io onestamente non ho mai provato questo caldo in brick…ma quando avrò il coraggio di farlo ti dirò che ne penso!

caldo en brick!


Read More →

Una moda davvero particolare di Madrid

Una cosa che io amo esageratamente di Madrid, mio caro amico italiano, è la visione della moda che ha questa città. Qui le parole dominanti nella moda sono 2: libertà e colore! La gioia di girare per strada e non incontrare nessun paio di Hogan è talmente grande che questo costituisce di per sè un ottimo motivo per venire a vivere a Madrid! Insomma questa è la città degli eccessi e delle stranezze, ed i gusti borghesi (tanto cari a noi italiani) non piacciono! Io mi sono súbito fatta travolgere da questa libertà estrema, ed ho abbracciato una moda molto particolare, mai vista in Italia: la moda del carrito! Cos’è il carrito? Il carrito è il típico carrello della nonna, che in Italia viene usato solo dalle vecchine (solitamente a quadroni, in due sole varianti: blu e verdone), qui è una delle cose più fashion che una ragazza possa avere per uscire!

Ecco qui la foto del mio carrito…invidioso ehhehe??

Read More →

Somiglianze E NO a Madrid (nº1)

Una cosa a cui io penso moltissimo da quando sono in spagna è la lingua. Io non so perchè ma nella mia vita trovo infinite persone che mi dicono “lo spagnolo? non lo parlo ma lo capisco!” o ancora peggio tutti quelli che dopo una vacanza di 10 giorni in  spagna o un soggiorno erasmus quando parlano l’italiano fanno “cadere” dentro delle parole spagnole, come se fosse possibile dimenticarsi della propria lingua materna in tot mesi! è possibile?? proprio no, dico io! Quello che penso, vivendo a Madrid, è che a farci capire tutti siamo bravi, ma Parlare è un’altra cosa!

E per dimostrare che lo spagnolo non è poi così uguale all’italiano (come chi non conosce entrambe le lingue crede) ho deciso di fare questo post.

Questo post parla di parole spagnole che sono uguali alle italiane ma con significati diversi… (dette anche False friends. La parte in corsivo indica il significato spagnolo della parola) QUE LO PASEIS BIEN! (cioè: divertitevi!)

finalmente= infine

burro= asino

mantel= tovaglia

pelo= capello

pasta = soldi (oltre che pasta)

vela= candela

aceite= olio

vaso= bicchiere

peperoni= salame

compresa= assorbente

cortina= tenda

pasqua= natale

largo= lungo

cura= prete

caldo= brodo

mimosa= coccolona (riferito a una persona)

pronto= presto

asilo= ospizio

haula= gabbia

cristal= vetro

ramo= bouquet della sposa

Read More →

Questo post è per Pedro, per dirgli grazie!

Caro amico italiano che vuoi venire a vivere a Madrid,

io devo dirti, perchè mi reputo una persona sincera, che a volte qui a Madrid soffro la solitudine, e ho una maledetta vocina che mi dice “però a Roma tu, però a Roma i tuoi amici, però a Roma la gente, però a Roma quando si esce...etc, però devo anche dirti, in tutta onestà, che io a Madrid ho conosciuto persone davvero speciali! Tra queste devo annoverare il mio collega di lavoro, quasi capo e sicuramente Amico Pedro, che mi ha aiutato a spostare le visite dal vecchio blogspot.it a questo meraviglioso .it (regalatomi da PischiOne, che ovviamente ringrazio per questo bellissimo regalo!).

Insomma, ho finalmente un blog col punto i ti il che significa che sono una blogger seria!

Questo è Pedro: bravo e bello!

Pedro, ¡¡esto es todo para ti!!¿¿¿ has visto que lo he echo???

Read More →

con Paolo Nori a Madrid

Se c’è una cosa che io amo fare è leggere un buon libro. Se c’è uno scrittore che amo questo è Paolo Nori. Io consiglio di leggere Paolo Nori perchè a me fa venire voglia di essere come lui, cioè come Learco Ferrari, o come la sua gatta, o come la sua amica Giovanna. Io Paolo Nori lo stimo proprio.

Paolo Nori e Learco Ferrari mi fanno venire invidia per l’anonimato, che non so perchè ho messo sul mio facebook il link a questo blog ed ora tutti sanno che chechimadrid sono io, il che a me toglie libertà ed a coloro che mi conoscono toglie incanto.

Read More →

UVAS Y LENTEJAS

Caro amico italiano che vuoi venire a vivere a Madrid, innanzi tutto BUON ANNO!!!
In secondo luogo per spostarti dall’Italia alla Spagna non usare mai Iberia, che è una compagnia davvero scandalosa! Sono sicura che fremi dalla voglia di sapere se sono riuscita a prendere il treno a mezzanotte….ovviamente NO!! La valigiona non venne persa, ma il mio aereo partì con 3 ore di ritardo, facendomi arrivare a roma alle 3 di notte!!! Essendo un volo Iberia è davvero una vergogna questo ritardo (170 pavos!!)! il primo spagnolo che parla male di Alitalia in mia presenza verrà lapidato, parola di Chechimadrid!
Comunque ora mi trovo a Roma, reduce di una gran serata di Capodanno che è stata un tentativo (riuscito!) di integrazione Italia-Spagna: uva e lenticchie!
All’iniio del secolo XX ci fu una sovraproduzione di uva nelle campagne spagnole, e per promuoverne il consumo ed evitare l’abbassamento dei prezzi il governo ideò i dodici chicchi d’uva della fortuna, uno per ogni scampanata negli ultimi 12 secondi dell’anno!
L’esio fu clamoroso, e per questo l’uva è ora parte integrante della tradizione spagnola!
Al mercato di Re di Roma l’abbiamo pagata 4 euro al kg (ladriiiii!!!) ma vedere 20 italiani mangiare super rapidamente 12 chicchi d’uva è stata una scena bellissima!

Che l’uva ci porti fortuna, e le tradizionali lenticchie italiane soldi!
Buon 2010 a tutti ed un saluto a Chiara i Bologna che mi ha scritto una bella mail (ti rispoderò presto…mi invierai i galletti vero???!)!

Read More →

Commenti al mio webmaster

¡Hola!
Il mio webmaster ha lavorato duro per la nuova grafica del blog, introducendo:
1- Gli articoli più commentati
2. Integrazione degli articoli con Facebook, Twitter y Google feedburner, per seguirmi sui social network
3. Gli articoli relazionati, per poter leggere tutti i post dei temi che più ti interessano.
4. Una navigazione più semplice, per poter navigare in qualsiasi pagina

Tra poco introdurremo anche:

1. Madrid Answers. Sullo stile di yahoo answers, però adattato alle tue esigenze, mio caro amico italiano che vuoi venire a vivere a Madrid.
2. Gravatar. Se hai un gravatar, questo sarà visibile ogni qual volta lasci un commento.
3. Valorazione degli articoli, per esprimere il tuo livello di soddisfazione. La tua opinione mi interessa moltissimo.

Spero che il nuovo www.vivereamadrid.it ti piaccia! Se hai commenti, suggerimenti o consigli scrivi qui, il mio webmaster sarà felice di leggerti!

Read More →