UVAS Y LENTEJAS

Caro amico italiano che vuoi venire a vivere a Madrid, innanzi tutto BUON ANNO!!!
In secondo luogo per spostarti dall’Italia alla Spagna non usare mai Iberia, che è una compagnia davvero scandalosa! Sono sicura che fremi dalla voglia di sapere se sono riuscita a prendere il treno a mezzanotte….ovviamente NO!! La valigiona non venne persa, ma il mio aereo partì con 3 ore di ritardo, facendomi arrivare a roma alle 3 di notte!!! Essendo un volo Iberia è davvero una vergogna questo ritardo (170 pavos!!)! il primo spagnolo che parla male di Alitalia in mia presenza verrà lapidato, parola di Chechimadrid!
Comunque ora mi trovo a Roma, reduce di una gran serata di Capodanno che è stata un tentativo (riuscito!) di integrazione Italia-Spagna: uva e lenticchie!
All’iniio del secolo XX ci fu una sovraproduzione di uva nelle campagne spagnole, e per promuoverne il consumo ed evitare l’abbassamento dei prezzi il governo ideò i dodici chicchi d’uva della fortuna, uno per ogni scampanata negli ultimi 12 secondi dell’anno!
L’esio fu clamoroso, e per questo l’uva è ora parte integrante della tradizione spagnola!
Al mercato di Re di Roma l’abbiamo pagata 4 euro al kg (ladriiiii!!!) ma vedere 20 italiani mangiare super rapidamente 12 chicchi d’uva è stata una scena bellissima!Che l’uva ci porti fortuna, e le tradizionali lenticchie italiane soldi!
Buon 2010 a tutti ed un saluto a Chiara i Bologna che mi ha scritto una bella mail (ti rispoderò presto…mi invierai i galletti vero???!)!

About Chechi 699 Articoli
Chechi, una pecora che cerca di uscire dal gregge