Arte gratis, a Madrid.

Io oggi sono stata a vedere una mostra. Che una cosa meravigliosa di Madrid, La Signora, è che puoi amare l’arte ed essere povero senza nessun conflitto nè frustrazione, senza fare il punkabbestia dannato, senza metterti su internet a vedere i quadri perchè non hai i soldi per il biglietto del museo,o cercare di convincere quello che sta alla biglietteria che sei ancora studente, mostrandogli il tesserino dell’università del 1996!
No, qui queste umiliazioni puoi evitarle giacchè quasi tutti i musei e le sale espositive di Madrid sono gratis, o hanno orari di entrata gratuita. Non come a Roma, dove devi pagare pure per andare al museo comunale!
Che l’altro giorno una mia carissima amica che è pittrice e viveva con me a roma mi ha detto che era stata al Palazzo delle Esposizioni ed era pieno di bella gente, e i ragazzi erano tutti gnocchi, tutti eleganti, tutti fighi, che io lo so che lì è così, non è che lo conosco poco il Palazzo io, io lo conosco fin troppo quel posto di merda, il Supermercato delle Esposizioni, che un biglietto costa 12 euro! 12 euro! Allora io ho subito detto alla mia carissima amica pittrice che ci credo che lì sono tutti belli de eleganti, a 12 eurazzi il biglietto! Io sabato mi sono comprata un paio di jeans da Zara a 12 euro! Comunque qui a Madrid no, qui a Madrid tu puoi amare l’arte, amare lo shopping e avere pochi soldi senza problemi, perchè puoi vedere delle cose bellissime gratis e poi quando esci dalla sala espositive puoi pure andare a comprarti dei vestiti, che tanto qui ci sono ancora i saldi e le cose te le buttano appresso.
Comunque è meglio se non parlo della realtà museale romana, altrimenti mi censurano il blog, che poi non sarebbe una grandissima novità visto che qualche mese fa mi hanno censurato un gruppo che avevo creato sul facebook e che è meglio non nominare, altrimenti sì che mi censurano nuovamente!
Non è che io sia una persona persona particolarmente intellettuale, nè colta, assolutamente! A me mettimi sulla spiaggia con una peroni de un panino con la porchetta de io sto benissimo, però io riconosco il valore dell’arte, l’arte che purifica, ripulisce, aiuta. Osservare cose belle dà senso alla giornata, e crearle dà senso alla vita, dico io.

Oggi io, a Madrid, in questa bellissima cittadona che mi ha amorevolmente accolta, ho visto una bellissima mostra di fotografia a 0 euro. Il fotografo è un ragazzo pelato con la faccia un pò sorpresa, e si chiama Pierre Gonnord, e la sua mostra si chiama Terre de personne.
Si tratta di ritratti bellissimi, e poi qualche foto della natura.
Io oggi in calle Alcalà 31 davanti alle foto di Pierre sì che sono stata bene.

About Chechi 691 Articoli
Chechi, una pecora che cerca di uscire dal gregge