Dammi del jamon!

Dammi del jamon quando ho nostalgia di Roma, di Bari, dei miei, della motorina, della famiglia, di mia sorella…dammi del jamon serrano e calmerò ogni dolore, spalmandomelo addosso in fettine come bende lenitive, e succhiandolo come nettare miracoloso. Una gambona di jamon da tagliare per colazione, pranzo, cena, per preparare i legumi, le verdure, le crocchette di patate e tutto quello che ti viene in mente.
E se hai voglia di cultura al jamon qui a Madrid abbiamo una vastissima scelta di Museos del jamon, dove per 1 euro potrai comprarti un panino, al jamon ovviamente, e per un altro euro una caña,cioè un bicchiere di birra!
E se vuoi esagerare ordina jamon bellota: si tratta della gamba di un maiale che fu felice, perchè mangiò bellotas, ghiande.
La sua felicità è davvero contagiosa: anche se dell’animale non resta che una gamba, enorme, morbidona e grassa, basta assaggiarne un pezzettino per toccare il cielo con un dito e sentirti contento come un porco!
Il miglior jamon si trova in extremadura. Extrema y dura soprattutto per il cibo: ti consiglio di andarci, anche solo per un pranzo…ti sentirai vivo!
I jamon che pedono felici dai soffiti dei bar hanno un cono di plastica attaccato sotto; perchè? Questo conino raccoglie il grasso che cola….avoja, se cola!

About the author  ⁄ Chechi

Chechi

Chechi, una pecora che cerca di uscire dal gregge