Strambe leggi a MADRID

Che in Spagna piace bere ormai si sa, e io questo tema del bere me lo tengo stretto stretto, che posso scrivere un sacco di post io su questo tema qui! Quello che racconterò oggi è la Leyes antibotellón, cioè quell’insieme di regolamenti che cercano (direi piuttosto inútilmente) di limitare il fenomeno del consumo di alcol tra i giovani.
Poiché l’alcol è legale su tutto il territorio spagnolo le Comunità Autonome hanno ideato tre modi diversi di arginare l’etilismo dilagante:
• Proibire la vendita di alcolici ai minorenni
• Proibire il consumo di alcol in qualsiasi via pubblica (escludendo i tavolini esterni di bar e ristoranti)
• Proibire la vendita di bevande alcoliche nei supermercati e in qualsiasi commerci similari a partire dalle h 22.00. Questa proibizione impedisce di trovare alcol economico durante la notte, quindi ne limita un po’ il consumo.
Ovviamente se queste leggi non vengono rispettate si ha una multa, e così io l’altro giorno sono stata al negozio cinese sotto casa mia e ho scoperto che questo cinese qui è un pò malandrino, perchè lui non rispetta la legge, vendendo alcol anche la notte:

Adesso, per la sua avidità, la polizia gli ha proibito di vendere alcol a qualsiasi ora! ahaha!
Poi se una notte d’estate tu sei qui a Madrid e non sai bene che fare, che sei un pò annoiato, io ti consiglio un programma davvero alternativo, mio caro amico italiano che vuoi venire a vivere a Madrid!
Io ti consiglio di andare a Plaza de Moros (dove impera una grantissima tradizione di bottellòn)
Ver mapa más grande con una birra in mano (infrangendo la legge!) e sederti a bere: a un certo punto arriveranno 2 o 3 poliziotti, che cammineranno distrattamente tra le gente con un quadernetto in mano. Vedrai, mio caro amico italiano che vuoi venire a vivere a Madrid, che tutti gli spagnoli si alzeranno e inizieranno a raccogliere tutte le loro bottiglie ed a fuggire (più o meno rapidamente) dalla piazza, facendo finta di niente. Questo è come un gioco che si crea tra la polizia, che deve impedire il bottellòn ma che sente solidarietà per la gente che lo sta facendo, e il giovane spagnolo, che nel bottellon ritrova se stesso ma evidentemente non vuole pagare la multa, quindi alla vista della polizia scappa elegantemente. La cosa più divertente del gioco è che non tutti i presenti sanno le regole, per cui nelle piazza c’è SEMPREun gruppetto di italiani che restano lì seduti a bere, chiedendosi perchè tutti vanno via: e puntualmente il gruppetto di italiani viene multato!!! è molto divertente questa scena, quando hai la prontezza di nascondere le birre che anche tu stavi bevendo e far finta di essere lì per caso!
…dedico questo post di oggi alla mia mamma, che a lei non piace bere e non vuole che io lo faccia (non lo faccio, madre!) ma oggi è la festa della mamma! mi manchi mamiuska!
Infine devo dire che io, vulcano permettendo, domani vado a Londra e quindi per qualche giorno non potrò scrivere sul mio stupendo blog, che verrà consumato dallo spam. Maledizione!

About Chechi 699 Articoli
Chechi, una pecora che cerca di uscire dal gregge