Cose POETICISSIME a Madrid

Io non so che succede che negli ultimi giorni mi capita di vedere sempre delle cose poeticissime a Madrid.
Poi magari se sono con qualcuno dico a questo qualcuno “hai visto lì? Che belloooo!” e qualcuno mi risponde “ma che dici??” e così insomma non è facile seguire una conversazione, quindi mi sto in silenzio.
Che io ho pure iniziato a pensare che forse sono i miei occhi a vedere le cose in modo suggestivo. Non lo so, può essere, ma insomma io vorrei condividere cotanta poesia con te, mio caro amico italiano che vuoi venire a vivere a Madrid.
Una delle cose più poetiche che ho visto ultimamente a Madrid è El Jardín del Príncipe de Anglona. Questo piccolo e modesto giardino si trova in Plaza de la Paja

Ver mapa más grande
(brevissima parentesi: PAJA in spagnolo vuol dire paglia, ma più comunemente il termine indica la masturbazione maschile), ed ha un piccolo roseto-tunnel che di autunno è tutto spoglio.
Allora a me questo piccolissimo giardino nudo e infreddolito nel cuore di Madrid, tutto nascosto e timido, sconosciuto ai più, mi sembra davvero un posto poetico dove passare ogni tanto a pensare.
Il posto poetico numero 2 è proprio la Plaza de la Paja, che nonostante il suo nome atroce è un posto per me molto evocativo per due motivi: è una costruzione del XIII secolo, ed è una piazza irregolare. In questa piazzetta succedono cose incredibili, e non è raro vedere un passante ed una statua leggere il giornale dividendo una panchina, mentre un cane aspetta impaziente il suo momento.

Infine la cosa poetica numero3 (numero 3 per puro ordine cronologico di scoperta ma numero 1 in ordine di intensità emotiva) della settimana è il bancomat della BBVA sotto casa mia, con la sacrosanta scritta:
NO AL DINERO COMO SENTIDO DE LA VIDA”.

Per concludere devo dire una cosa bruttacchiona, che la casella di posta chechi@vivereamadrid.it mi ha fatto un dispetto cancellando tutte le mail, quindi chiedo alla mia ADORATA Marina di Genova, a Ivan el bombero e a tutti coloro che mi hanno scritto di scrivermi di nuovo, sempre su chechi@vivereamadrid.it che sembra che ora funzioni, perchè ho perso tutte le mail!

About Chechi 699 Articoli
Chechi, una pecora che cerca di uscire dal gregge