Piaceri intensi a Madrid

Oggi si parla di uno dei piaceri più intensi della vita: la lettura, e queste parole qui le voglio dedicare a Lisa, che è una che legge e legge, e quindi è una che alla Chechi piace.
Che proprio oggi a Madrid abbiamo fatto una cosa incantevole che si chiama bookcrossing e si tratta della LIBERAZIONE DEI LIBRI. In concreto sono stati liberati nei parchi, nelle panchine, sulle fontane e in qualsiasi luogo di passaggio de La Signora 30.000 (t-r-e-n-t-a-m-i-l-a-!) libri, e gli aspetti più interessanti della faccenda secondo me sono 2: il primo è che i libri liberati sono BEI LIBRI, (non Harmony), e siccome oggi pioviggina e fa freddo e tutto è umidiccio i libri liberati sono stati messi in sacchetti di plastica, per non farli bagnare,
e il secondo è che il patrocinatore dell’evento è la nostra amatissima birra Mahou, così una volte per tutte la smettiamo di dire che bere fa male alla cultura! Che la birra Mahou pero ogni libro liberato ha donato alla Comunità di Madrid3 eurazzi per finanziare progetti destinati a giovani con rischio di esclusione sociale, mica pizza e fichi!

Così io subito mi sono immaginata la storia di Fulanito (=Pinco Pallino), che Fulanito arrivato al parco per fare bottellon trova un libro liberato, e vede l’adesivo della birra Mahou sulla copertina, e pensa “tò, un libro che parla della birra!” e inizia a leggerlo, e durante la lettura lui si rende conto che il libro non parla della birra bensì di altre cose della vita, ma ormai è talmente preso dalla storia che questo Fulanito qui non può fermare la sua lettura, e divora pagine su pagine in metro, a lavoro, all’università, nel letto, mentre mangia il bocadillo de calamares, prima e dopo la siesta…insomma non appena ha 5 minuti di pace lui tira fuori il libro liberato e legge. Poi un giorno scopre che solo gli resta 1 pagina per finire il suo libro liberato,e una strana e inedita sensazione irrompe nel cuore di Fulanito: si tratta del PIACERE DELLA LETTURA. Ormai è entrato nel tunnel, non c’è niente da fare:Fulanito libera nuovamente il libro liberato, però in un posto diverso da quello in cui lui l’aveva trovato, in un posto che il libro stesso gli ha suggerito in modo indiretto e contorto, e non appena liberato il libro Fulanito va subito alla ricerca di una libreria per comprare un altro libro, che insomma adesso lui si è scoperto un lettore appassionato e non può fare a meno di leggere, MA sempre con la sua birrozza in mano.

Allora io m’immagino questi 30.000 libri, ognuno nel suo impermeabilino, sparsi nei luoghi più impensabili di Madridcon la missione di far innamorare della lettura, e insomma io mi sento felice.

Forza, cerca voli e vieni a Madrid!

About the author  ⁄ Chechi

Chechi

Chechi, una pecora che cerca di uscire dal gregge