Curiosità spagnole: usi creativi del bidè!

Secondo me una delle cose più affascinanti del vivere in un’altra nazione è la scoperta della RELATIVITÀ, cioè la presa di coscienza di come ogni cosa ha significati e funzioni differenti a seconda del punto di vista, come nel caso del BIDÉ.

Insomma l’altro giorno a lavoro si parlava del bidé, questo strano ibrido tra il water e il lavandino, e tutti eravamo assolutamente d’accordo sulla sua utilità. Una volta sancita l’imprescindibilità di quest’oggetto ho scoperto che nessuno degli spagnoli che conosco nati tra il ’75 e l’82 usano il bidé per la sua funzione (secondo me) reale: lavarsi le parti intime dopo aver fatto cacca.
No! Gli spagnoli, originali anche nella quotidianità, usano il bidé per (graduatoria in ordine di originalità dell’utilizzo):
1. Mettere le piante. Mai portafiori fu più comodo da innaffiare
2. Mettere le birre al fresco
3. Mettere gli ombrelli bagnati
4. Mettere animaletti marini appena acquistati (tartarughe, granchi, pesci rossi)
5. Lavare le scarpe
6. Lavarsi i piedi in estate

Che insomma io quando ho detto a come usiamo il bidé in Italia io mi sono un po’ vergognata, per la monotonia nell’utilizzo dell’oggetto. Allora ho poi pensato che magari per essere creativa nel bidé ci posso mettere in ammollo le lenticchie.

Quindi se vieni a cena a casa mia, mio caro amico italiano che vuoi venire a vivere a Madrid, sei avvisato! hihihihi!

About the author  ⁄ Chechi

Chechi

Chechi, una pecora che cerca di uscire dal gregge