Grammatica spagnola e contrarietà

Siccome da qualche giorno succede tutto il contrario di quello che desidero oggi ho deciso di raccontare delle parole spagnole che in italiano sono uguali (o quasi) ma con significati diversissimi.
La prima parola che mi è venuta in mente è HOSTIA, che anche in spagnolo indica il corpo di cristo schiacciato e rotondo che si mangia in chiesa, ma si usa moltissimo come imprecazione. Quella più comune è “¡HOSTIA PUTA!”, in caso negativo, o solo “¡HOSTIA!” quando si esclama per qualcosa di favoloso. HOSTIA significa anche colpo, schiaffo: “me ha dado una hostia” (mi ha dato uno schiaffo), e di superlativo piuttosto volgare: “Se ha comprado un coche de la hostia” (si è comprato una macchina incredibile!). Quando una persona è LA HOSTIA significa che è davvero eccezionale e fuori dal comune.
FINALMENTE: questo avverbio significa “in conclusione, alla fine”, esattamente come in italiano, ma viene utilizzato in modo diverso. Mentre in italiano usiamo questo avverbio con un connotato positivo “finalmente ti vedrò!” in spagna si usa anche in occasioni tragiche “finalmente se murió” (infine morì), proprio perché indica semplicemente la conclusione di qualcosa, senza le sue caratteristiche.
Poi la solita lista infinita di parole, che si uniscono al primo elenco sulla grammatica spagnola:
pelo= capello
primo= cugino
tirar= buttare
salir= uscire
subir= salire
guardar= conservare
caldo= brodo
lista= furba
seta= funghi
medias= calze
pipa= pistola, pipa, semini
pasta= pasta, soldi

Ti piace leggere queste curiosità sulla grammatica spagnola e su Madrid? allora devi scaricarti due app (non una, ma ben due!) di vivereamadrid: la app del blog  (vivereamadrid)e la app sui proverbi spagnoli (proverbi spagnoli), per conoscere la cultura e la grammatica spagnola in modo simpatico tramite i proverbi più usati nella Penisola Isterica!

About Chechi 699 Articoli
Chechi, una pecora che cerca di uscire dal gregge