Wiener Schnitzel: ‘NA SOLA!

Stasera sono fritta e strafritta però ho voglia di scrivere un post, che ultimamente con smetto di prendere aerei e non ho tempo per godermi Madrid e nemmeno per scrivere, ¡maldita sea*!
Dunque, sono 65 minuti che sono arrivata a casa dopo aver passato tre giorni a Vienna per lavoro (arret!).
¿¿Ë bella Vienna?? Mi chiederai tu, mio caro amico italiano che vuoi venire a vivere a Madrid. NON LO SO! Immagino di si, ma non ne ho idea.
Quello che invece posso dirti è che il mio hotel era strafigone, ma non ho potuto fare nessunissima foto perché quando sono stata in Puglia mi sono scordata il caricabatterie della macchina fotografica: buuuu!!! Papà, spediscimelo!
Comunque quello che mi interessa raccontare non è che per la seconda volta consecutiva non ho visto un tubo di Vienna, né che a Vienna si congelava e quando sono atterrata a Barajas alle 23.10 con 33 gradi quasi mi veniva un coccolone, ma quello che voglio dire è della Wiener Shcnitzel, il piatto tipico di Vienna.
Che sarà mai questa cosa misteriosa?? Come sarà il sapore di questa prelibatezza unica al mondo???
Ebbene questa cosa qui, che i viennesi vantano come loro specialità non è altro che una NORMALISSIMA COTOLETTA ALLA MILANESE!!!

Che delusioneeeeeeee!!!
Non che io non ami la cotoletta alla milanese, anzi, ma insomma andare a Vienna 2 volte in 2 mesi, non vedere nemmeno una piantina della città e assaggiare una specialità che non è altro che la cotoletta alla milanese è TROOOOOOOPPO!!!
Cari amici viennesi, perché non vi impegnate un po’ nel creare una vostra ricetta senza rubare una italianaaaaaaa??

Bene, detto questo posso andare a leggere LA ISLA BAJO EL MAR. Che se a me uno chiedesse qual’è l’utilità di parlare lo spagnolo io risponderei leggere Allende in versione originale.


*maldita sea è un’espressione ONNIPRESENTE nei doppiaggi dei film spagnoli, ma che io non ho MAI sentito pronunciare da nessuno nella vita reale!

About the author  ⁄ Chechi

Chechi

Chechi, una pecora che cerca di uscire dal gregge