Colores, en Madrid

Siccome per la JMJ 2011 Madrid è pienissima di bandiere, che non si capisce se siamo ai mondiali di calcio, ad una sfilata militare o ad un incontro spirituale, oggi ho pensato molto ai colori, e al loro uso nella grammatica spagnola.
In Spagna, un po’come in Italia, i colori si usano per indicare stati d’animo e modi essere, quindi forse potrà interessarti questo piccolissimo post di curiosità sui  modi di dire spagnoli:
ponerse morado: mangiare fino a scoppiare
llevar un morado:aver bevuto o fumato molto (vaya morado llevo)
caerte un marron: avere un problema imprevisto
quedarse en blanco: avere un vuoto di memoria
ponerse de todos los colores: provare vergogna per qualcosa
ver nubes negras: vedere tutto nero, in modo pessimista
estar negro: essere arrabbiato
ver todo en blanco y negro:avere le idee molto chiare
ponerse azul: restare senza respiro
Ma il colore preferito degli spagnoli è sicuramente il VERDE, usato così:
estar muy verde (riferito a una persona)- indica una persona inesperta, che ha molto da imparare tienes que aprender mucho, todavía estás muy verde.
estar muy verde (riferito a una cosa)- ugualmente indica qualcosa che è ancora al suo inizio, a cui manca molto per terminarla lo de mi operación está muy verde.
viejo verde: uomo adulto ossessionato dal sesso (=vecchio porco)
poner verde: vomitare
ser mas raro que un perro verde: essere strano
chiste verde: barzelletta sporca

About the author  ⁄ Chechi

Chechi

Chechi, una pecora che cerca di uscire dal gregge