Tradizioni di Natale spagnole

Io amo Madrid. Madrid odia Barcellona. Io odio Barcellona?
Alla faccia della proprietà transitiva (in questo caso non completamente vera!) oggi parlerò di una tradizione catalana che io amo molto: EL TRONCO DE NAVIDAD (il tronco di natale), conosciuto anche come TIÓ DE NADAL (zio di natale)

Tió de Nadal

Il giorno 8 di dicembre (Inmaculada Concepción) in ogni casa catalana che si rispetti compare un tronco di legno con una faccetta dipinta.
Questo tronco è magico: si colloca in casa (spesso coperto da una copertina per evitare il freddo) e i bambini devono ricordarsi di dagli da mangiare tutti i giorni. Il tronco magico mangia solo mentre gli altri dormono.
La notte del 24 dopo la tipica cena famigliare il tronco diventa il fulcro dell’attenzione di tutti: ad ogni bimbo della famiglia si darà un bastone (per esempio una mazza di scopa) e i bastoni si devono bagnare nell’acqua magica (cioè in un secchio che si troverà in un’altra parte della casa) per qualche minuto: giusto il tempo per permettere al tronco di cagare (si, CAGARE!) i regali.
Quando il tronco ha finalmente cagato i regali i bambini torneranno nella stanza del tronco e lo bastoneranno cantando una canzone in catalano che fa:
Caga tió
ametlles i torró
no caguis arangades
que són salades
caga torrons
que són més bons
Caga tió – caga tió
ametlles i torró
si no vols cagar
et donaré un cop de bastó
Caga tió!

In castigliano sarebbe
caga tió
almendras y turrón
no cagues arengues
que son saladas
caga turrones
que son más buenos
almendras y turrón
si no quieres cagar
te daré un golpe de bastón-

Dopo la canzoncina i bimbi solleranno la coperta e… ecco i regali!!! Ma bisogna scartare i doni rapidamente, perché tutta l’operazione deve essere ripetuta più volte, fino a quando il tronco non caga una patata o una cipolla, che significa che non cagherà più fino all’anno successivo!

Questa perversa passione per la cacca è condivisa anche dal resto della penisola isterica: ne è la prova EL CAGÓN (Il cagone), una delle statuine del presepe più amate in tutta la Spagna

EL CAGÓN, simbolo di abbondanza e benessere!

Domani eroicamente mi avventurerò nell’aeroporto di Barajas per prendere un volo Alitalia e raggiungere il mio Tió de Nadal italiano, che spero caghi molti regaloni!

¡¡¡Feliz Navidad!!!

About Chechi 707 Articoli
Chechi, una pecora che cerca di uscire dal gregge