Vienna, ti voglio bene ma prendiamoci una pausa!!!!

In questo momento mi trovo nell’aeroporto di Vienna, aspettando il mio volo per Madrid che pàrtirà tra solo tre ore.
Siccome io quando volo vengo assalita da ansie di varia natura (perdere volo/documenti/bagaglio; perdermi nell’aereoporto; vivere una serie di misteriosi imprevisti; sbagliare aereoprto !!!) allora arrivo in aeroporto molto tempo prima, e mi annoio mortalmente. Nella noia ho pensato di scrivere un post e raccontare un pò di questa Vienna qui, dove ogni tanto vengo per lavoro (ho scritto anche un articolo su come trovare lavoro a Madrid!!)
Che a me mi mandano delle mail con su scritto che per esempio dopodomani devi essere a Vienna, e nessuno si chiede se io ho una mia vita personale, delle cose da fare, degli uccellini a cui dare da mangiare… No, a me solo mi dicono che devo andare a Vienna e io devo prendere e partire, che ormai ho paura a leggere le mail di una certa persona, e se posso essere sincera io a Vienna preferisco non venirci più per un pò.
Comunque devo dire che Vienna a Natale è davvero guapetona! Tutta piena di luci, di alberi decorati e di mercatini di natale, per il motto “amiamo il Natale spirituale e austero”

Le cose che questa volta più mi hanno colpito di Vienna sono:

L’albero di natale dell’amore, tutto pieno di cuori rossi

I peluche con gli occhi esoftalmici, onnipresenti in tutte le vetrine

La ruotona del Wiener Prater, alta ben 65 metri: ma com’è emozionante guardare il mondo seduta in un gabbiottino oscillante!!?!

Poi una cosa STUPENDA di Vienna è la quantità di pizzerie e di ristoranti italiani, che sembra di stare a Cassano delle Murge! Che bello!!! Ho mangiato PIZZA tutte le sere!

Invece quello che io proprio detesto di Vienna è il freddo, che è cattivo e entra nelle ossa e anche nell’anima.
A me piace il clima mediterraneo. ¡A me piace Madrid!

About the author  ⁄ Chechi

Chechi

Chechi, una pecora che cerca di uscire dal gregge