I miei grandi perché della vita in Spagna:

  • Perché gli spagnoli mettono la fede (=anello nunziale) a destra e gli italiani a sinistra?
  • Perché gli spagnoli non mettono un fiocco alla porta quando nasce un bimbo?
  • Perché gli spagnoli mettono gli orecchini alle neonate direttamente in sala parto? (che cazzo gli costa aspettare  7-8 anni??)
  • Perché gli spagnoli non tolgono la pelle del salame-chorizo- salchichon per fare i panini?
  • Perché gli spagnoli mangiano in piedi e prendono il caffè seduti?
  • Perché gli spagnoli dicono CIAO solo per despedirse e mai al momento di incontrarsi?
  • Perché le spagnole usano l’ombretto dello stesso colore della maglietta?
  • Perché gli spagnoli non sanno quasi mai distinguere il linoleum dal parquet?
  • Perché le spagnole fanno topples anche in piscina?
  • Perché gli spagnoli mettono le cozze sulle patatine fritte??

patatine e cozze: buonissime!

E soprattutto perché ogni volta che ironizzo sul cibo spagnolo ricevo decine di mails e commenti (che poi cancello quasi sempre- vedi tortilla e tomate frito) di spagnoli che vivono in Italia e che sostanzialmente dicono che non capisco un cazzo e che mi odiano?

Quindi:
Perché gli spagnoli sono così permalosi???

Se hai risposte a almeno una di queste domande o se hai altre domande ti prego scrivimi!

About the author  ⁄ Chechi

Chechi

Chechi, una pecora che cerca di uscire dal gregge

105 Comments

  • Raquel
    16/07/2012

    Anch’io che vivo in Italia ho tanti ”perché” sulle cose assurde che fatte voi, quindi siamo pari, o mi devo aprire anch’io una ”paginetta” come la tua per farsì che gli spagnoli non vengano più nel tuo paese o ridano a crepapelle sulle vostre abitudini?
    Perché non fai come me, accetta che ogni paese ha le sue abitudini e PUNTO! Sarai più felice.

  • 16/07/2012

    Perché gli spagnoli mettono gli orecchini alle neonate direttamente in sala parto? (che cazzo gli costa aspettare 7-8 anni??)
    Credo sia per cultura

    Perché gli spagnoli non tolgono la pelle del salame-chorizo- salchichon per fare i panini?
    Chechi, conosco molti italiani che non la tolgono manco dal salamino beretta

    Perché le spagnole usano l’ombretto dello stesso colore della maglietta?
    La classe non è di tutti…

    Perché le spagnole fanno topples anche in piscina?
    Dì meno male che non si tolgono pure le mutande XD

    Perché gli spagnoli mettono le cozze sulle patatine fritte??
    Eh, non lo so ma le cozze loro m’hanno fatto sta taaaaaaaanto male (dal 2008 non mangio ‘na cozza mango a pagamento!)

    Perché sono permalosi? Guarda, spero non tanto sennò qua va a finì male :\

  • Michele
    16/07/2012

    Io più si incazzano più ci do dentro , è troppo divertente, su tutto, basta dire che qualsiasi cosa Spagnola non sia la migliore al mondo. Una volta mossi a compassione abbiamo iniziato così: vedi, non è che el Jamon Iberico è migliore di quello di Parma, sono buoni tutti è due, è che sono dieversi.
    Parole arrivate a destinazione: El Jamon Iberico non è il migliore del mondo….
    COSAAAAAA?
    Da quel momento, a rompergli i coglioni su tutto (spiagge,cibi, futbol) solo per il gusto di sentire spiegare con teorie altamente(ma dove?) tecniche il perchè Spanish is better.

  • Marco
    16/07/2012

    Sulla cucina non gli puoi dire niente loro sono conviti che sia la piu buona del mondo…pazienza.
    Culturalmente sono mOlto piu simile agli americani di quanto credono..mischiano sapori in cucina e in generale si vestono con (diciamolo pure) non molto gusto.
    Curiosamente a Valencia mettono la Fede a sinistra (citta’ piu vicina all italia) rispetto a Madrid…si deve a un fatto storico? Investighero

  • Mari
    16/07/2012

    Perché abbiamo imparato da te :-)))))

  • fernando e silvia ...e giorgia
    16/07/2012

    nessuna risposta ai tuoi curiosissimi ed interessanti perchè…anche se sull’ombretto e sulla piscina non “indagherei” :) Ciao cara, un saluto da noi 3

  • Raquel
    16/07/2012

    E perché voi siete convinti che tutto quello italiano (che ormai del made in italy ciao, è tutto made in china XDDD)sia il migliore al mondo? ma va là, ci sarebbe da scrivere un libro!
    Per quanto riguarda al modo di vestire, a voi italiani vi si riconosce da lontano un miglio, siete mooooolto pacchiani nel vestire, ma è sempre una questione di gusti ;)

  • chiara
    16/07/2012

    amo gli spagnoli. meno, forse, gli italiani, che trovo più prepotenti e pieni di boria. però come sempre si sbaglia a generalizzare…
    il mondo è bello perché è vario ed è molto divertente conoscere gli altri senza sentirsi superiori.
    ciao!
    chiara

  • Fra
    16/07/2012

    Condivido ogni parola! Gli orecchini alle bambine appena nate sono una vera brutalità e ho visto “cadere” anche amiche intelligenti e “progres”, non c’è niente da fare, le femmine devono essere marchiate a vita appena nate! E poi, molto meno grave ma… le avete viste le povere bambine spagnole obbligate a indossare la divisa scolastica con quelle orrende e scomode gonne a pieghe, insomma le bambine dovrebbero avere il diritto di correre e saltare come i maschi e invece no, relegate a chiaccherare tutta la ricreazione invece di farsi due tiri al pallone!

  • Michele
    16/07/2012

    Comunque gli orecchini alle bambine piccole l’ho visto fare anche da noi nel sud.

  • 16/07/2012

    Non si tratta di trovare i perché o di decidere cosa é meglio o peggio. Si tratta piuttosto di impare ad essere piú aperti e tolleranti. Tanti di noi vivono tra Italia e Spagna per lavoro, amore e mille altre ragioni. Prima di lasciare l’Italia per trasferirmi in Andalusia avevo avuto l’opportunitá di conoscere studenti di tanti altri paesi. Era un conoscersi e arricchirsi reciprocamente, senza sfottó o pregiudizi e con un’empatia che in tantissimi casi ci ha portati ad una stessa conclusione: che il progetto di unione, di un legame culturale in ambito europeo era una scommessa totalmente vincente. Mi rammarica dire che in 10 anni di vita qui, nel meraviglioso sud della Spagna, ho dovuto imparare a gestire luoghi comuni, stereotipi sull’Italia e gli italiani, oltre a vere e proprie “dichiarazioni di superioritá” per quanto riguarda la lingua, la gastronomia, lo sport ecc., che non dovrebbero esistere in un paese “all’avanguardia” (secondo ció che si affermava fino a qualche tempo fa sui maggiori giornali del mondo) e ancor di piú in ambito universitario. Qualcuno disse che l’etnocentrismo é una malattia che si cura viaggiando. Teniamolo sempre presente quando vogliamo approfondire un argomento. Cerchiamo di capire se davvero il nostro interlocutore, spagnolo, italiano, belga o francese che sia, sia all’altezza (e non vuole essere una discriminazione) del registro che stiamo usando, quali esperienze ha vissuto, quali paesi ha visitato, con quante culture si é confrontato. Quando mia moglie, spagnola, ha visitato per la prima volta l’Italia ha dovuto fare i conti con un paese che non é solo Armani, pasta, pizza, Pausini, Ferrari, mafia e lunghe code in autostrada. All’inizio gli é costato capire il nostro modo di fare, la nostra percezione della realtá e il nostro amore profondo per l’”essenza del nostro paese”. Ha imparato ad amare le nostre contraddizioni, a ridere quendo c’é da farlo, sempre nel massimo rispetto della nostra cultura. Ora anche io posso sorridere, ridere o non approvare alcune caratteristiche e modi di fare degli amici iberici…peró se si tratta di stabilire cosa sia meglio o peggio, superiore o “migliore”, abbandono il campo di battaglia e lascio che “i galli” si becchino tra di loro. Il confronto culturale deve essere un momento di arricchimento reciproco. Espressioni come: “siamo i migliori” o “voi non capite niente” lasciatele a chi non ha mai osato superare i confini del suo quartiere. Buona vita, ovunque siate e ovunque decidiate di andare a vivere!

  • Jessica
    16/07/2012

    Bellissima riflessione “Italiani in Andalusia” ,che condivido pienamente!

  • 16/07/2012

    Io penso che questo post non sia stato scritto per criticare le abitudini degli spagnoli, ma viene semplicemente spontanei farsi queste domande. Vivo in Spagna (che poi tanto Spagna non è, a detta di loro Bilbaini)da pochi mesi, ma la maggiorparte di queste domande me le son fatte anch’io, ma non con voglia di criticare, ma con curiosità vera e propria, magari gli spagnoli si chiederanno le domande opposta a queste e penso che tutto questo sia normale!

    Aggiungo le mie domande, sperando non siano abitudini prettamente Basche:

    Perchè gli spagnoli al bar buttano fazzoletti, cartine dello zucchero e tutto ciò che gli passa tra le mani sul pavimento?

    Perchè gli spagnoli hanno bagni pubblici ovunque ma poi fanno pipì dove gli pare?

    Perchè gli spagnoli poggiano il pane ovunque, anche a terra sulla metro?

    Perchè gli spoagnoli chiamano tutti “tesoro”?

    Perchè gli spagnoli spendono 3 euro per un piccolissimo pintxo?

    Se ci penso ancora su usciranno fuori altri “settordicilima perchè” quindi mi fermo quì. Perchè?

  • ilaria
    16/07/2012

    Se rispondete così e vi scaldate così tanto è perchè non avete capito l’ironia del post…o perchè siete spagnoli :))))

    anche io quotidianamente mi pongo i miei perchè da italiana…ad esempio, quello che più mi inquieta è: perche mettere la salsa “barbacoa” sulla pizza? e soprattutto: se gli italiani mettessero dentro la paella la frutta..come la prenderebbero gli spagnoli (che sono suuuuper permalosi e orgogliosi in quanto a cucina)..

    dico che l’ironia deriva dall’apertura..e se fossimo davvero convinti della nostra cucina, probabilmente non vivremmo in spagna! quindi spagnoli fatevi una risata con noi e condividiamo insieme tutte le stranezze derivate dallo scambio tra culture!!!

  • daniela
    16/07/2012

    viva le differenze e viva poterne parlare ridendo, sempre e solo con ironia! e io credo…e spero! che questo post sia stato scritto con questa intenzione

  • Carolina
    16/07/2012

    Ciao a tutti! Innanzitutto voglio dire che sono spagnola. Mi piace questo blog perché penso che sia scritto con un amore grandissimo alla Spagna, agli spagnoli e a Madrid in concreto. C’è chi scrive e parla sulla Spagna ma da una posizione di superiorità, però con la scrittrice di questo blog non lo percepisco affatto! Quindi, le domande che si fa sono semplice curiosità, non un attacco (dal commentario di Raquel mi sembra che lei se la sia presa così) come io mi chiedo perché gli italiani mettono un fiocco alla porta quando nasce un bimbo, perché danno i baci al contrario, ecc. ecc.

    Personalmente, mi danno fastidio gli spagnoli che, abitando in Italia, criticano tutto: il caos, la disorganizzazione, i mezzi… Ma anche detesto gli italiani che fanno lo stesso in Spagna. In tanti sopra commentavano la permalosità degli spagnoli, ma non sapete quanti ne ho travato di italiani che soltanto parlano di quanto siete bravi in cucina, moda, design, paesi, cultura, questo, quest’altro…

    Insomma, quello che voglio dire è che “tutto il mondo è paese” e ciò che percepite voi di quanto siamo permalosi e non accettiamo critiche e pensiamo che i nostri prodotti sono i migliori è la stessa reazione che abbiamo noi quando vi ascoltiamo… Facciamoci più domande sulle differenze che ci sono tra di noi e ridiamocene sopra!! :)

    PS: Mai viste queste cozze con patatine, mai fatto topless e non so distinguere il linoleum dal parquet! :)

  • Mari
    16/07/2012

    Come ho sempre detto e riporto qua, il prosciutto di Parma e il jamón Serrano, sono buoni uguali, la fortuna sta in saper apprezzare tutti e due, no fermatevi a la semplice fetta, cogliete il senso della cosa dopo aver vissuto al meno 10 anni in entrambi i paesi… questo post e il risultato de l’ignoranza di qualche ragazzetto/a che si è fatto un viaggio per studio o vacanza con le fette di salame nel cervello…. Tutti i paesi hanno i suoi pro e i suoi contro…. E sopratutto lasciare stare il sud che sempre per esperienza non hanno perso il senso della vita… al nord non metterete gli orecchini alle bambine, in cambio vi ammazzate fra di voi anche da adulti :-)

  • Chechi
    16/07/2012

    Amici,amigos, queste e altre mille domande e riflessioni sulle diversità dei nostri Paesi danzano nella mía mente. L’italia e’ la mia mamma, la spagna il mío papa’ e l’IRONIA la mia amante. Grazie per commentare e criticare, vi voglio sempre tutti qui, vivi e polemici :)

  • Jessica
    16/07/2012

    Il ragazzetto ha 36 anni vive a Madrid dal 2007 e decise di venire in Spagna perchè innamorato di questa nazione. Ha provato ed apprezza tutti e due i prosciutti o il prosciutto e el Jamon, sapendone apprezzare le differenze. E sapendo riconoscere le qualità della Spagna, degli Spagnoli e dei prodotti di questa terra.
    Il Ragazzetto in questione ha un genitore di Barletta ed uno Paulilatino, anche se nato e cresciuto a Milano,più meriodionale di me non penso che ce ne sia (escludendo i miei genitori). Quindi quando parlo di ciò che succede al sud non parlo per sentito dire o per luoghi comuni ma per conoscenza dei fatti. Il fatto che io vada a por saco con i miei amici Spagnoli è perche sono ironico e mi piace scherzare e avere in cambio battute. Capito Mari? Un Saluto

  • 16/07/2012

    Come volevasse dimostrare anche gli italiani sono tanto quanto permalosi come gli spagnoli. Grazie ragazzetto :-)
    Ma a che piscina vai? Ci sono anche gli uomini nudi? No perché mi interessa sai

  • anna
    16/07/2012

    sara ironico il post…ma comunque un po’ la legna al fuoco la hai butata!! Sono spagnola e vivo in Italia, e guarda non è facile per niente! la cosa che ironicamente vi vorrei chiedere è che come carattere per me gli italiani sono in gran differenza permalosi….e poi i primi in criticare il suo paese e poi farne poco. Ok scontato il tema trasporto ma mi viene utile per farne un esempio. Ho visto italiani dire: che schiffo….che palle di treno…che caldo…che freddo….. e io una volta mi sono alzata per dire una cosa al controllore che poteva aiutare a TUTTI e Tutti hanno finta di niente!!! ma cavolo due minuti fa eravate tutti contro il mondo…con tante cose sento che in italia ( e sicuramente in Spagna) si fa cosi!!! Y con esto y un bizcocho…….

  • anna
    16/07/2012

    Ma poi io a parte delle 3 prime domande il resto sono nuove anche per me!!!

    Eccovi un po’ di IRONIA per divertirci insieme:

    1- perché gli italiani portano occhiali da sole anche nel buio??

    2- perché in Italia si mangia tanto gelato anche in inverno….cosa c’è da rinfrescare??

    3-Ma perchè devo pagare per la spiaggia in Italia e in Spagna è libera per tutti e anche pulita?

    4- Ma perché si beve il cafe cosi in fretta? Ma fate una risataaaaaaa e rilassatevi un po’

    5-Perché tanti treni diversi e nessuno arriva in orario??

  • Michele
    16/07/2012

    Il ragazzetto ha 36 anni vive a Madrid dal 2007 e decise di venire in Spagna perchè innamorato di questa nazione. Ha provato ed apprezza tutti e due i prosciutti o il prosciutto e el Jamon, sapendone apprezzare le differenze. E sapendo riconoscere le qualità della Spagna, degli Spagnoli e dei prodotti di questa terra. Il Ragazzetto in questione ha un genitore di Barletta ed uno Paulilatino, anche se nato e cresciuto a Milano,più meriodionale di me non penso che ce ne sia (escludendo i miei genitori). Quindi quando parlo di ciò che succede al sud non parlo per sentito dire o per luoghi comuni ma per conoscenza dei fatti. Il fatto che io vada a por saco con i miei amici Spagnoli è perche sono ironico e mi piace scherzare e avere in cambio battute. Capito Mari? Un Saluto

  • Mari
    16/07/2012

    E vanno due:
    Come volevasse dimostrare anche gli italiani sono tanto quanto permalosi come gli spagnoli. Grazie ragazzetto
    Ma a che piscina vai? Ci sono anche gli uomini nudi? No perché mi interessa sai… Dimenticavo… cambia bar o parla con il cuoco, le cozze con le patatine non si sposano bene

    Tutto con ironia, efectivamente :-))

  • marco marin
    16/07/2012

    Italy is always behind Spain in every singel aspect, the only thing Italians now how to do is pasta. You are a pain in the ass, a bunch of mafiosos, with sun glasses inside every where and dont care about nothing but yourself…..
    viva Espana.

    By the way the Eurocup Final was very nice, lets see nex time if you can score at least one goal….
    Rosy is retired by Lorenzo
    Ferrari is driven by a Spaniard no a Espagueti.
    Rafael Nadal, well you dont now how to play tenis.
    In Basketball you play but agains teams like malta or the batican so it looks like you are good.

    Spain is visite more than Italy by tourist that says it all, is not only the country but the people.

  • Stefano
    16/07/2012

    Leggo questo blog da parecchio tempo e credo che da ogni singolo post letto,traspaia l’amore che l’autrice nutre per la Spagna.Sono affascinato dalla Spagna,dalla sua cultura,dalla sua lingua e dal suo cibo.Adoro le ragazze Spagnole e il loro modo di vestire;credo siano le più belle e affascinanti fra tutte.Discuto spesso con i miei cugini Spagnoli delle nostre differenze culturali e credo che confrontarsi e soddisfare le nostre reciproche curiosità sia bello e costruttivo.Adoro il fatto che gli Spagnoli siano così aperti e tolleranti,aspetto da cui noi Italiani dovremmo imparare.Ognuna delle nostre culture ha pregi e difetti,ma se riuscissimo entrambi a mettere da parte pregiudizi e orgoglio,potremmo imparare gli uni dagli altri.Un saluto all’autrice del blog :)

  • carolina
    17/07/2012

    Perchè doppo un taglio cesareo in Italia non ti puoi lavare????MA CHE SCHIFO!!!!!!Dai!continuiamo a chiedersi tutti questi “perchè” Io sono sette anni che vivo al nord d`Italia e ne ho una marea di domande!!Non avrei mai pensato di essere cosí diversi..Perchè ti trovi Italiani in tutto il mondo e da tutte le parte e doppo gli Italiani non sopportano a gli stranieri??Perché gli Italiani ussano la parolla “estracomunitario” solo per fare referimento a gli stranieri di “seconda clase”? un Americano, una Giapponesse o un Australiano non lo sonno?Perchè gli Italiani usano la bandiera gay a modo di bandiera della pace, si non sopportan i gay???Perchè ci sonno anchora da per tutto questi bagni con un bucco per terra..ma, quello non è molto fashion..?Perché gli Italiani sonno convinti di avvere una reputazione di latin lover is Spagna ??Dai domani te ne domando anchora!!!Ah!E non e che siamo permalosi e solo un po de umorismo intelligente…Sai? 

  • Rocio
    17/07/2012

    MEGLIO LASCIARE PERDERE, L’INTOLERANZA MI FA VENIRE MAL DI PANCIA, MA DIRE CHE IN SPAGNA LA DONNA VIENEN MARCATA E NON HA LE POSIBILITA’ DEL UOMO…… E LA DONNA ITALIANA? SOPRATUTTO AL SUD? INSOMMA, PROPRIO NON ENTRO DENTRO DI CERTE QUESTIONI CHE MI SEMBRANO PROVOCAZIONI E IGNORANZA CHE COME BENE DICEVA L’AMICO ITALIANI IN ANDALUSIA, E’ UNA MALATTIA CHE SI FA GUARIRE SOLO APRENDO LA MENTE. UN SALUTO.

  • BimboSottaceto
    17/07/2012

    Ragazzi, l’autrice del post era super-ironica!
    E’ un po’ come quando a lavoro i miei colleghi mi dicono “machecasssso” agitando la mano: mica me la prendo!
    E’ un modo per scherzare!
    Che italiani e spagnoli siano differenti è innegabile ma è proprio questo che permette agli uni di integrarsi bene nel paese degli altri: perchè trovano quello che a casa loro NON C’E’!
    Ma sapete quanto sono stato felice, io, appena arrivato in Spagna, di poter mangiare porcate come la pizza col kebab senza che nessuno mi guardasse come un decerebrato?
    E immagino come saranno felici le ragazze spagnole che vivono in Italia di poter abbinare le scarpe alla borsetta senza dover essere prese per “pijas” o snob!

    L’autrice non ha portato fuori degli stereotipi razzisti od offensivi, quindi perchè tanta rrrrrrabbia? :)

    Smile!

  • Mari
    17/07/2012

    Sai, lo scherzo è bello quando ci si prende in giro anche se stessi…magari è quello che mancava alla autrice del post per essere spiritosa… tutto qua… anche a me per vedere la prima partita Italia Spagna hanno insultato mia madre perché “il calcio è passione”… ma come ho detto quando a voi vi toccano le vostre cose scattate come voi…quindi un po’ più di ironia verso se stessi non guasta

  • chechi
    chechi Author
    17/07/2012

    ogni giorno scelgo di vivere in spagna, con difficoltà e nostalgie annesse, proprio perchè AMO questa nazione. Io scelgo Madrid ogni giorno, e la mia ironia un pò tagliente (ma soprattutto sono molto AUTOironica) caratterizza ogni aspetto della mia vita. che noia sentirsi migliori di altri, non vedere i propri difetti e non avere il coraggio o la voglia di commentare i difetti altrui!ho 30 anni e ho vissuto in 4 nazioni diverse, 7 città e ho avuto circa 40 coinquilini e in tutto il mio girovagare ho solo imparato e conosciuto. poi ho capito che era tutta una fase di preparazione per raggiungere la mia unica, grande e amata MADRID!

  • Raquel
    17/07/2012

    Adesso vi porgo io un po’ dei miei ”perché” sull’Italia :)
    -Perché in Italia devo pagare una ”tassa” ogni volta che vado in posta?
    -Perché devo pagare il canone della rai per poter vedere la TV?
    -Perché se vado in farmacia alla sera/notte per una emergenza devo pagare di più per le medicine?
    -Perché in pausa pranzo ve ne andate in palestra anziché andar a mangiare? (boooh!)
    -Perché alle 9:00 del mattino o prima il mio condominio puzza già di brodo, sughi, fritto, ecc? Anche se mangiate a mezzogiorno il mangiare sarà sempre ”recalentado” puaaaaj!
    -Perché fino a poco fa avevate come presidente un puttaniere e delle veline come ministre? Visto che ci siamo mettiamo a Rocco Siffredi al posto di Napolitano ;)
    -Perché dite ”Ciao” sia quando arrivate sia quando ve ne andate? non si capisce una beata minchia, stata arrivando o andando? :D

    Tutte queste domande vanno lette con molta ironia, of course! ;)

  • chechi
    chechi Author
    17/07/2012

    brava Raquel, vedo che inizi a capire lo spirito del blog! io aggiungerei anche:
    Perchè le italiane in viaggio indossano hogan o scarpe da ginnastica grosse?
    Perchè continuano a considerare il nero come unico colore elegante quando ce ne sono altri mille molto più belli?
    …ed i perchè sarebbero infiniti!

  • Michele
    17/07/2012

    Grazie a tutti per le domande, io le reputo molto intelligenti e non ci vedo nessuna ironia, tanto che su alcune mi sono posto io a mia volta e piú volte la questione ecco le risposte:

    perché gli italiani portano occhiali da sole anche nel buio?
    Perché per alcuni é fashion, ma verosímilmente perche sono idioti
    perché in Italia si mangia tanto gelato anche in inverno….cosa c’è da rinfrescare??
    Il gelato si mangia per il gusto di mangiare qualcosa di buono , non sempre il cibo non é mero nutrimento ma anche l’assaporare qualcosa di buono
    Ma perchè devo pagare per la spiaggia in Italia e in Spagna è libera per tutti e anche pulita?
    Non tutte le spiagge sono a pagamento, la maggior parte ancora e per fortuna sono libere. Quelle a pagamenti si pagano per i servizi che offrono, cabine, bar, ed altre cose.
    Ma perché si beve il cafe cosi in fretta? Ma fate una risataaaaaaa e rilassatevi un po’
    Non beviamo il caffé in fretta , é che l’espresso e veramente poco, con il cappuccino ci prendiamo un po piú di tempo
    Perché tanti treni diversi e nessuno arriva in orario??
    La prima parte non l’ho capita, alla seconda neanche il creatore ti puó rispondere.
    Perchè doppo un taglio cesareo in Italia non ti puoi lavare????
    Ti puoi lavare usando un cerotto impermiabile, in modo da non fare infettare la ferita, e poi il giorno stesso non riusciresti a fare una doccia (preso da internet)
    Perchè ti trovi Italiani in tutto il mondo e da tutte le parte e doppo gli Italiani non sopportano a gli stranieri??
    Perche purtroppo la maggior parte degli Italiani é razzista
    Perché gli Italiani ussano la parolla “estracomunitario” solo per fare referimento a gli stranieri di “seconda clase”? un Americano, una Giapponesse o un Australiano non lo sonno?
    Stessa risposta della precedente
    Perchè gli Italiani usano la bandiera gay a modo di bandiera della pace, si non sopportan i gay???
    Questo me lo sono sempre chiesto anche io
    Perchè ci sonno anchora da per tutto questi bagni con un bucco per terra..ma, quello non è molto fashion..?
    Quei tipi di bagni si chiamano turche e per quanto dicono dovrebbero essere piu igenici in quanto il culetto non tocca parti ove altro ci hanno posato il loro culone.
    Perché gli Italiani sonno convinti di avvere una reputazione di latin lover is Spagna ??
    Questo perche in passato lo erano, adesso non lo so
    Perché in Italia devo pagare una ”tassa” ogni volta che vado in posta?
    Chiedilo alle poste

    Perché devo pagare il canone della rai per poter vedere la TV?
    Me lo chiedo anche io, visto che non la ho mai guardata

    Perché se vado in farmacia alla sera/notte per una emergenza devo pagare di più per le medicine?
    Perche poverini si devono alzare dalla brandina ;-)

    Perché in pausa pranzo ve ne andate in palestra anziché andar a mangiare? (boooh!)
    Quelli che lo fanno é perche sono malati, o perche é l’unico momento in cui potrebbero duranre la giornata

    Perché alle 9:00 del mattino o prima il mio condominio puzza già di brodo, sughi, fritto, ecc? Anche se mangiate a mezzogiorno il mangiare sarà sempre ”recalentado” puaaaaj!
    Ma dove vivi? Forse per le feste quando ci sono 20 invitati e devi iniziare a cucinare la mattina per tutta quella quantitá di gente, visto che devi preparare antipasto, primo secoondo, e dolce

    Perché fino a poco fa avevate come presidente un puttaniere e delle veline come ministre? Visto che ci siamo mettiamo a Rocco Siffredi al posto di Napolitano
    Per me si puó fare, Rocco la sa “lunga”

    Perché dite ”Ciao” sia quando arrivate sia quando ve ne andate? non si capisce una beata minchia, stata arrivando o andando?
    Se ti do le spalle me ne vado se ti guardo in faccia sto arrivando, a meno che io non sia un’ aragosta o un granchio

  • Aroa
    17/07/2012

    Perché gli spagnoli mettono la fede (=anello nunziale) a destra e gli italiani a sinistra?

    è PERCHE IN ITALIA A SINISTRA ??????

    Perché gli spagnoli non mettono un fiocco alla porta quando nasce un bimbo?

    PERCHE TUTTO IL MONDO DEVE SAPERE CHE IN QUEL PORTONE/CASA è NATO UN BAMBINO ? BOH !

    Perché gli spagnoli mettono gli orecchini alle neonate direttamente in sala parto? (che cazzo gli costa aspettare 7-8 anni??)

    7-8 ANNI ???? SIII…GIUSTO QUANDO I BAMBINI SONO PIù ROMPI SCATOLE E PIù SI LAMENTANO. OVVIAMENTE SI FA QUANDO UNA è PICCOLA PERCHE SENTONO MENO IL DOLORE…E POI CI METTONO 0,05 SECONDI !!!!

    Perché gli spagnoli non tolgono la pelle del salame-chorizo- salchichon per fare i panini?

    DIPENDE DEL SALAME,CHORIZO,ECC…. CI SONO ALCUNI CHE SONO COSI MORBIDI CHE NON SERVE LEVARE LA PELLE.

    Perché gli spagnoli mangiano in piedi e prendono il caffè seduti?

    MANGIARE IN PIEDI ???? NON L’HO MAI VISTO !

    Perché gli spagnoli dicono CIAO solo per despedirse e mai al momento di incontrarsi?

    MA CHE DOMANDE FAIIIIIII !!!!!!
    PERCHE IN SPAGNOLO SI DICE HOLA E POI ADIOS/CHAO …

    Perché le spagnole usano l’ombretto dello stesso colore della maglietta?

    C’è GENTE DI TUTTI I TIPI. è TU ESSENDO ITALIANA LO DOVRESTI SAPERE !

    Perché gli spagnoli non sanno quasi mai distinguere il linoleum dal parquet?

    QUESTO SI IMPARA A SCUOLA ??? DOMANDA ASSURDA ….. LA PROSSIMA !

    Perché le spagnole fanno topples anche in piscina?

    CARA AMICA… SEI AFORTUNATTTIIIISSSIMA…HAI VISTO DELLE COSE MAI VISTE IN VITA MIA …

    Perché gli spagnoli mettono le cozze sulle patatine fritte??

    SARà IN UN POSTO CONCRETO.

    Finisco con questo … non so se le tue domande sono perche sei un po strana o perche vuoi offendere,perche veramente mi sembrano un po assurde.
    In quanti posti hai visto che fanno le patatine con le cozze ? quante ragazze hai visto che fanno topless in piscina ? forse 1,2… nella maggior parte delle piscine è vietato,quindi …
    dire quello del fiocco,quello delle bambine o la fede al lato destro…. non lo so,mi sembrano domande assurde perche sono abitudine,cultura di altri paesi,ecc …

    secondo me questo blog è un po per far vedere le cose “cattive ” “strane” della Spagna che poi non sono tutte vere.

    OLEEEE !!!!

  • Mari
    17/07/2012

    Cara Checci, todavía no he leído ningún comentario de algún italiano que haya leído las preguntas sobre las costumbres italianas…porque sois tan orgullosos como nosotros.

    Tu hai un compito difficile, metti in pratica quello che dice il nostro amico italiano in Andalucia, ironizza senza denigrare nessuno ed smentisci i soliti cliché. In Spagna non solo è una festa unica come in Italia non si vive di sola pasta.

    Auguri e salutami Madrid

  • jessica
    17/07/2012

    Mari a me risulta che ai perché sui costumi italiani una risposta sia stata data poco prima del tuo intervento.

    Poi lasciamo che sia anche l’autrice del blog a riposndere ai vostri quesiti.

    Chiudo con:
    “Paese che vai usanza che trovi” questo non vuol dire che non sia lecito comunque porsi delle domande e parlare tranquillamente sui costumi e usi del Paese che in cui vivi ..Poi o chi vuol condividere esperienze condivida e chi no, rimanga nel suo.

  • BimboSottaceto
    17/07/2012

    Si dice “Ciao” sia all’incontrarsi Che al lasciarsi perché è una parola italiana: deriva dal veneziano “Sciao” che significa “schiavo”, sottintendendo che sono lo schiavo della persona che saluto e che quindi puó chiedermi qualsiasi cosa. In altri paesi si utilizza frequentemente sia per incontrati che lasciarsi, è la Spagna un po’ atipica e per questo LA ADORIAMO! E ora

  • BimboSottaceto
    17/07/2012

    E ora chiamatemi Enciclopedia Treccazzi

  • Mari
    17/07/2012

    Non ho il bisogno del diacono per rispondere ai quesiti, purtroppo sono gallina vecchia…semplicemente dico e ripeto anche a te, Jessica, di pensarci due volte prima di scrivere buffonate, anche suoi costumi dei paesi propri, BimboSottaceto ha iniziato a farlo… Poi ognuno è padrone di scrivere quello che vuole… Non stai a guardare le virgole, la partenza del post è sbagliata come anche quelli vecchi… pensa cosa può dire un celiaco che vive in Italia… eppure è stata una sua scelta e per questo non denigra Italia, la sua cultura o la sua gente, o al meno non apre un blog per raccontare le sue sventure oppure si, si troverà comunque commenti sgradevoli, è normale.. Ora vai a cercarti cosa vuol dire celiachia…

    Cecchi non te la prendere è solo un esempio

  • Michele
    17/07/2012

    Mari, ma ci sei o ci fai?
    Dai é uno scherzo, non ci voglio credere, ci stai prendendo in giro.

  • jessica
    17/07/2012

    Mari che dirti .. mi spiace per te che ti scaldi cosí tanto… apri la tua mente e rilassati…grazie a Dio siamo ancora in una democrazia dove uno puó aprirsi un blog e scrivere anche usando l’ironia. Poi se ti sei offesa… sará l’autrice del blog a scusarsi con te non di certo io.
    Potresti darmi lezioni di spagnolo sicuramente di spagnolo , ma non di Italiano conosco la parola e il significato. Rilassati Mari che la vita é corta!
    E qui al chiudo perché con persone che non leggono o non vogliono capire non vale proprio la pena parlare.

  • Michele
    17/07/2012

    Prima di scrivere volevo dire che questo é un mio commento personale e che l’autrice del blog non c’entra niente.

    Ragazzi, basta!

    Basta con questo perbenismo e basta fare i politicamente corretti, o almeno, qui e con alcune di queste persone non ne vale la pena, non vale la pena parlare bene della Spagna e degli Spagnoli.

    Non cercate di convincerli che le voi, Italiani qui in Spagna, amate la Spagna, ed alcune cose della Spagnolitá, perche non lo leggono!

    E per non generalizare, sono tre solo individui.

    In una democrazia io posso dire liberamente che qualcosa mi fa cagare.

    Io lo so e voi sapete bene con chi vale la pena discuterne, avete amici con cui potete scherzare liberamente, e prendervi in giro ridendo, come accade a me ogni giorno con i miei colleghi.

    Mi dispiace che in questo modo ci perda tutto il resto della gente, Italiana e Spagnola, che ha voglia di condividere e conoscere.

    Questi personaggi invece a mio parere sono solo l’anello di congiunzione tra l’uomo e la scimmia (missing link between man and apes, cosi anche il nostro amico che ha studiato sull’ultimo libro “impara l’inglese con google tranlate” capisce).

    Dico questo perché non é possibile che una persona con cervello non capendo quanto scritto, risponda comunque esprimento opinioni incomprensibili che non c’entrano un cazzo con quanto detto prima.

    Ripeto, o sono quell’anello mancante o gli é partito l’embolo appena letto il titolo, o veramente non capiscono l’Italiano.

    Una persona se non capisce dovrebbe o tacere o chiedere.

    Io lo faccio… fallo anche tu!

    E che cazz!

  • chechi
    chechi Author
    17/07/2012

    come ho scritto nella home “Chechi vive a Madrid e racconta quello che vede e sente. Scrivile a chechi@vivereamadrid.it” questa web esprime i miei personali pensieri e la mia visione del mondo, non è una pagina dell’amabasciata d’italia a madrid o del ministero degli esteri! siete tutti benvenuti e miei ospiti adorati su questa pagina, a patto che siate persone intelligenti e IRONICHE. fuori i permalosi e i frustrati, grazie.

  • Mari
    17/07/2012

    ma io mi diverto Michele…
    sto solo faccendovi vedere che alla fine siamo tutti uguali, e ci scaldiamo tutti nello stesso modo…
    c’e solo un modo neanche tanto diverso di vivere, bisogna solo apprezzare i lati positivi da entrambi le parti…

    io non ho ancora insultato nessuno… mi apoggio ancora al post del amico andaluso… e la chiudo qua, vedo che anche voi non siete ironici e non avete colto le mie provocazioni… magari apro un post…vivere a Milano (urka, qua ci sarebbe da dire)

    Vi saluto, buona vita ovunque siate :-)

  • Chechi
    Chechi Author
    17/07/2012

    brava Mari apriti un blog, ma non copiarmi il titolo! cerca di non fare riferimento all’italian style, crea qualcosa di tuo, qualcosa di spanish! ;)

  • Michele
    17/07/2012

    Ecco brava, va, apriti un blog cerca di guadagnarci e comprati un dizionario; ti riporto di seguito il significato di ironia dato che in nessuno dei tuoi post ne ho trovato.

    ironia[i-ro-nì-a] s.f.
    1 Atteggiamento di bonaria irrisione, di superiore distacco dalle cose: osservare le vicende umane.
    2 Messa in ridicolo, sarcastica deformazione di una cosa, di una persona, di un concetto ecc.: fare dell’i.; scherzo crudele, beffa: per i. della sorte
    3 Dissimulazione del proprio pensiero o della verità, affermando il loro contrario o parzialmente nascondendoli; costituisce anche una figura retorica

    Te lo metto anche in Spagnolo perché mi sa tanto che con l’italiano hai seri problemi o almeno spero per te che siano siano solo problemi linguistici

    La ironía disimulo o ignorancia fingida)1 es la figura literaria mediante la cual se da a entender lo contrario de lo que se dice. También se aplica el término cuando una expresión o situación parece incongruente o tiene una intención que va más allá del significado más simple o evidente de las palabras o acciones.

    Apriti un blog parla di Milano fai quello che vuoi, poi visto che parlerai della mia cittá ci penso io a mettere commenti “ironici”.

    Buona vita!

  • Mari
    17/07/2012

    si si, vai Michelle prenditela…. evaiiiiii, ci sono riuscitaaaaaa :-):-):-):-):-):-)

    sempre l’ultima parola ehhh?

    tipico dei ragazzi italiani, sempre a parlare dopo…

  • f.
    17/07/2012

    splendido post, soprattutto per le reazioni. chechi master troll!

  • Novedad
    17/07/2012

    Ma perchè non riusciamo a farci una sana risata senza prendere sul personale ogni cosa? In questo blog non ho mai letto un articolo in cui si generalizzasse o si puntasse il dito contro qualcuno giusto per il gusto di farlo. Si sente sempre, invece, l’amore che ha questa ragazza per una nazione e un popolo in cui non è cresciuta ma che ha imparato ad amare non solo per orgoglio di patria, perchè glielo hanno inculcato genitori e istituzioni ma perchè ha veramente qualcosa di speciale da dare. Non capisco perchè prima diamo addosso ai politici che si prendono a mali parole e poi siamo i primi a non voler vedere oltre quell’orgoglio che ci è proprio e di cui sembra non possiamo fare a meno. Eddai, litighiamo di meno e ridiamo di più!

  • Ale
    17/07/2012

    Questo blog è sempre molto ironico e Chechi un tutto quello che scrive ci mette sempre tanta passione facendo trasparire tutto l’amore che nutre per la Spagna e per Madrid in particolar modo. Io personalmente sono innamorata della Spagna e di Madrid ci sono stata molte volte e sto preparando il trasloco; MADRID, LA SPAGNA, GLI SPAGNOLI MI HANNO RUBATO IL CUORE, allo stesso tempo amo la mia Italia e sono orgogliosa di essere Italiana come ciascuno dovrebbe essere orgoglioso di appartenere alla propria nazione. Ci sono cose “strane” (in senso buono) sia in Spagna che in Italia e anche io mi sono chiesta alcune di queste cose, come quella della fede o dei “baci al contrario”, ma sono semplici curiosità, le stesse che hanno loro nei nostri confronti. Sono domande dettate dalla voglia di sapere per capire meglio, e non per criticare. Davvero fatevela una risata, TUTTI, Spagnoli, Italiani del sud e del nord… siamo diversi ed è bello confrontarsi e condividere la diversità, senza di questa vi immaginate che noia il mondo? ;)

  • 17/07/2012

    Chechi ma sbaglio o una volta qui era più tranquillo?
    Noto con piacere che sei migliorata :D
    iloveu
    anzi
    te amo, te quiero
    Ma sai che c’è? ti adooooooRRRRRRoooooooo

    smack :)

  • 17/07/2012

    e aggiungo “famo all’ammmmore, nun famo alla guerra”
    Ecco.

  • Raquel
    17/07/2012

    ”BimboSottaceto scrive:
    17/07/2012 alle 12:22
    Si dice “Ciao” sia all’incontrarsi Che al lasciarsi perché è una parola italiana: deriva dal veneziano “Sciao” che significa “schiavo”, sottintendendo che sono lo schiavo della persona che saluto e che quindi puó chiedermi qualsiasi cosa. In altri paesi si utilizza frequentemente sia per incontrati che lasciarsi, è la Spagna un po’ atipica e per questo LA ADORIAMO! E ora”

    In quali paesi si usa ”ciao” sia per incontrarsi sia per lasciarsi?
    Non so molte lingue ma in inglese è Hello, hi e poi Goodbye o byebye, in Spagna hola y hasta luego, adiós, ecc…
    Non è per far polemica veramente sono curiosa è solo che ho preso il gusto a questo blog :D
    Grazie mille! :)

  • Raquel
    17/07/2012

    Ah, Michele, grazie per le risposte alle mie domande :)
    Ma a quella della posta non mi hai saputo rispondere, vuol dire che neanche tu lo sai? ripeto non sto facendo polemica, sono seria e curiosa, nient’altro.
    Grazie ancora.

  • BimboSottaceto
    18/07/2012

    Raquel Ti stupirai ma… In RUSSO é cosí! :-D

  • anna
    18/07/2012

    anche me mi ” piacccono” le risposte di Michele ai nostri perché!!! :) buona giornata

  • Raquel
    18/07/2012

    No, non mi stupisco affatto BimboSottaceto… ma solo in Russia, allora non è in molti paesi, è solo in Italia e in Russia :)
    Quindi non dire che siamo così atipici, dai, esagerato! ;)

  • Raquel
    18/07/2012

    Se vi può interessare ho ”scoperto” il perché del fiocco rosa e blu per quando nasce un bambino in Italia, ecco a voi la spiegazione trovata:

    Un tempo erano una protezione superstiziosa che si metteva vicino ai bambini, in particolare maschi, perché considerati più importanti e “degni di protezione”. Il fiocco è un antico simbolo di vitalità e omaggio alle divinità, presente nelle culture orientali.
    Il colore blu, essendo lo stesso del cielo, serviva a richiamare le divinità celesti e proteggere il neonato dalle forze del male. Poi via via si iniziò a usare il celeste perché più chiaro, più adatto ai bimbi. E col tempo il rosa venne scelto come colore per le femminucce, che ricorda il sangue mestruale e quindi la femminilità.
    Da protezione è poi diventato un mezzo, ai giorni nostri, per manifestare la propria gioia per il lieto evento.
    Per far capire alla gente che passa che è nato un bambino (fiocco azzurro) o una bambina (fiocco rosa
    Si usa mettere un fiocco sulla porta , quando nasce un bambino, perché , siccome sui doni si mette un fiocco, anche sulle porte, quando nasce un bimbo, si mette un fiocco. Infatti ogni nascita è un dono del Signore.
    Per rendere partecipi tutti della gioia dei genitori della nascita di un figlio.
    Il fiocco si mette per tradizione .
    Perché, dato che è un abbellimento in generale,viene usato per indicare che un bell’evento si è verificato.
    Il fiocco rosa o azzurro serve a far sapere che nel palazzo è nato un maschio o una femmina .

    L’ USANZA DI METTERE UN FIOCCO QUANDO NASCE UN BAMBINO E’ MOLTO ANTICA
    Quando nasce un bambino si usa mettere il fiocco azzurro o rosa, perché anticamente il fiocco era considerato un simbolo di vita ed era un omaggio agli dei .
    Il fiocco azzurro come il cielo proteggeva i maschietti dal male.
    Il fiocco rosa invece era usato per le bambine, perché non erano abbastanza importanti da essere protette. Il rosa è il colore della femminilità.
    Mettere il fiocco rosa o azzurro è una tradizione dei paesi indoeuropei e cinesi.

    ;)

  • Chechi
    Chechi Author
    18/07/2012

    grazie Raquel, mettere un fiocco sulla porta è una cosa bellissima secondo me! quando (e se!) avrò un figlio a Madrid metterò un bel fioccone!

  • Michele
    18/07/2012

    Ciao, sono contento che le risposte vi siano piaciute.
    Rispondendo a Raquel : no qulla della posta non la so, credo che siano domande alle quali nemmeno Chuck Norris possa rispondere.

    Adesso ho io due domande da aggiungere su costumi visti in Spagna.

    1 perché molte famiglie mangiano sedute sul divano guardando la televisione (l’ho visto anche nelle serie televisive)? Sicuramente lo fanno anche alcuni italiani ma mi sembra che qui sia piú diffuso (per me é inconcepibile, il pasto per i miei era sacro e andava celebrato seduti tutti a tavola, e non ci si alzava fino a che l’ultimo non aveva finito)

    2 perché non riesco a trovare una buona salsiccia di cavallo e mi guardano come un assassino quando chiedo carne di cavallo? (le mucche possiamo sterminarle tutte ed il cavallo é un poverino? jaja )

    3 perche non ci sono le fonzies, sanno gli spagnoli cosa si perdono?

    Sto a scherzá, sono tutte questioni di cui ho giá discusso con i miei colleghi, ma magari qualcun’altro é interessato.

    Un saluto

  • Blanca
    18/07/2012

    ¿ Porqué todos son doctores después de la universidad ?
    ¿ Porqué están siempre en casa a ver la tele ?
    ¿ Porqué no saben dar una vuelta sin gastar dinero ?
    ¿ Porqué casi no se saludan o se evitan ?
    ¿ Porqué la mayoria de las italianas van al gimnasio o salen solo para ligar ?
    ¿ Porqué los regalos de navidad los trae papa noél o una señora con una escoba ?
    ¿ Porqué la confirmación y la comunión se hacen casi el mismo día ?
    ¿ Porqué en Italia non hay chorizo ?
    ¿ Porqué piensan que en Italia ha nacido la dieta mediterranea ?
    ¿ Porqué en Italia cuando vas a ver a alguien te ofrece sólo un caffé a cualquier hora ?
    ¿ Porqué los italianos/as después de comer usan el palillo delante de todo el mundo ?
    ¿ Porqué los italianos no se dan dos besos cuando se presentan a los amigos ?
    ¿ Porqué las italianas se poten las botas en verano ?
    ¿ Porqué las italianas se pintan tanto en invierno y verano están siempre negras continuando a hacer las sapientonas de lo que es más saludable para el cuerpo ?
    ¿ Porqué está mal visto que una italiana entre en un bar sola con la intención de beber algo ?
    ¿ Porqué en la mayoria de las tiendas te tratan mal ?
    ¿ Porqué comen asino ?
    ¿ Porqué no hay pipas ?
    ¿ Porqué los italianos se empeñan en comprar la camiseta o el bañador siempre una talla menos ?
    ¿ Porqué la polenta dicen que está buenisima si es solo harina de maiz con agua ? es sólo un puré de maiz

    ¿ Porqué los italianos hablan siempre mal de los demás y critican tanto ?

  • Raquel
    18/07/2012

    Michele, vediamo se riesco a darti le mie di risposte alle tue nuove domande :)
    1 perché molte famiglie mangiano sedute sul divano guardando la televisione (l’ho visto anche nelle serie televisive)? Sicuramente lo fanno anche alcuni italiani ma mi sembra che qui sia piú diffuso (per me é inconcepibile, il pasto per i miei era sacro e andava celebrato seduti tutti a tavola, e non ci si alzava fino a che l’ultimo non aveva finito)
    –A CASA MIA PER IL PRANZO A TAVOLA, È SACRO, PER LA CENA SICCOME A VOLTE MANGIAMO LEGGERO, TIPO UN PICCOLO PANINO ALLORA SÌ CHE CI SEDIAMO SUL DIVANO MENTRE GUARDIAMO LA TV, MA SE C’È UNA SERA DOVE SI MANGIA IN PIATTO, ALLORA TUTTI A TAVOLA :)

    2 perché non riesco a trovare una buona salsiccia di cavallo e mi guardano come un assassino quando chiedo carne di cavallo? (le mucche possiamo sterminarle tutte ed il cavallo é un poverino? jaja )
    –SEMPRE SECONDO LE USANZE DELLA MIA ZONA (VALENCIA) LA CARNE DI CAVALLO NON È MOLTO DIFFUSA MA C’È SEMPRE QUALCHE MACELLERIA DOVE LA PUOI COMPRARE.

    3 perche non ci sono le fonzies, sanno gli spagnoli cosa si perdono?
    –IO MANCO DA PARECCHIO DA CASA MIA E OGNI VOLTA CHE VADO SCOPRO COSE NUOVE, MA MI RICORDO CHE ESISTEVANO DELLE SCHIFEZZE TIPO LE FONZIES.

    ——–
    Adesso una domando per voi, perché in Italia non si vendono ”las pipas” cioè i semi di girasole tostati e salati che sono così buoooooni?? :D
    Quando mi capita di andare a casa in valigia non mancano mai dei pacchetti di ”pipas” gnam! :P

  • Blanca
    18/07/2012

    faltaba una….

    ¿ Porqué cuando conducen parece tiene siempre tanta prisa en llegar y quieren ser los primeros ?

  • Michele
    18/07/2012

    Noi facciamo o stesso con le fonzies raquel, infatto sett prossima siamo in italia …. il posto in valigia per queste adorabili patatine é giá riservato.

    Grazie per le tue risposte, adesso nell’alcampo vendono carne di cavallo.

    Le abbiamo provate quelle che vendono qui ma non sono uguali, non ti lasciano tutte le mani piene di polvere di formaggio.

    Riguardo alle pipas, effettivamente le ho sempre mangiate giá pelate, e non riescoa mangiare quelle che avete qui, troppo difficile, devi iniziare da piccolo.

    Por cierto… Hola Blanca

  • Raquel
    18/07/2012

    ahahaha ricordo una sera dove abbiamo tirato fuori dei pacchetti di pipas e mentre noi spagnoli ne avevamo mangiate già un bel po’ i nostri amici italiani stavano ancora litigando con la prima, che ridere!

  • Michele
    18/07/2012

    Hola Blanca,

    ¿ Porqué todos son doctores después de la universidad ?
    Ni idea, creo que es algo antiguo que daba como un nivel alto de importancia a las personas
    ¿ Porqué están siempre en casa a ver la tele ?
    Cuando hay futbol no se sale, y porqué las cañas no cuestan 1,5€ (por lo meno en Milán), de todas formas se sale para el aperitivo
    ¿ Porqué no saben dar una vuelta sin gastar dinero ?
    Tu vives en una zona de ricos, verdad?
    ¿ Porqué casi no se saludan o se evitan ?
    Bueno, eso pasa en el norte, o en las grandes ciudades , como me pasa a mi en Madrid
    ¿ Porqué la mayoria de las italianas van al gimnasio o salen solo para ligar ?
    No pondría un o es que igual van al gimnasio para meterse en forma y luego tener más posibilidad de ligar
    ¿ Porqué los regalos de navidad los trae papa noél o una señora con una escoba ?
    Los regalos los traes papa Noel, la señora con escoba solo chuches o carbón, pero cuidado porque en el sur el niño Jesus que traes regalos y en algunas zonas del norte es Santa Lucia
    ¿ Porqué la confirmación y la comunión se hacen casi el mismo día ?
    No sé que es la confirmación
    ¿ Porqué en Italia non hay chorizo ?
    Porquè es un producto español, pero lo puedes encontrar en tiendas
    ¿ Porqué piensan que en Italia ha nacido la dieta mediterranea ?
    Quien lo ha dicho?
    ¿ Porqué en Italia cuando vas a ver a alguien te ofrece sólo un caffé a cualquier hora ?
    No hay horarios para el café , como para un buen dulce
    ¿ Porqué los italianos/as después de comer usan el palillo delante de todo el mundo ?
    Eso es asqueroso , pero no es tan común
    ¿ Porqué los italianos no se dan dos besos cuando se presentan a los amigos ?
    Amigos o amigas? Al sur se dan también entre hombres
    ¿ Porqué las italianas se poten las botas en verano ?
    No, no esto es peor aquí, no entiendo nada de moda (raro para un Italiano, jeje) pero he visto niñas con botas invernales el 15 de agosto
    ¿ Porqué las italianas se pintan tanto en invierno y verano están siempre negras continuando a hacer las sapientonas de lo que es más saludable para el cuerpo ?
    Porque dicen que el negro es elegante, y además dicen que parece que tienes una talla menos, esto no tengo que enseñártelo yo que soy un hombre!
    ¿ Porqué está mal visto que una italiana entre en un bar sola con la intención de beber algo ?
    Mal visto? No diría, pues no se.
    ¿ Porqué en la mayoria de las tiendas te tratan mal ?
    Cambia ciudad, porque no es lo normal
    ¿ Porqué comen asino ?
    Porque está riquísimo, a mí personalmente me gusta, y de todas formas no se come normalmente , yo lo he probado solo en Cerdeña
    ¿ Porqué no hay pipas ?
    Hay pipas, ya peladas y saladas
    ¿ Porqué los italianos se empeñan en comprar la camiseta o el bañador siempre una talla menos ?
    Y como les entra luego?
    ¿ Porqué la polenta dicen que está buenísima si es solo harina de maiz con agua ? es sólo un puré de maíz
    Si la hace bien, la polenta taragna con gorgonzola acompañando un guiso con tomate está riquísima, si la comes solas puede ser que no te guste
    ¿ Porqué los italianos hablan siempre mal de los demás y critican tanto ?
    Debo responderte a esta? Anda, léete todos los comentarios anteriores!
    ¿ Porqué cuando conducen parece tiene siempre tanta prisa en llegar y quieren ser los primeros ?
    Porque si no llegan a tiempo para sentarse en casa para ver la tele, jeje. Nos gustas ir rápido, yo incluido.

    Chechi ti conviene aprire un post “ le domande degli Spagnoli sull’italia”!

    Un saludo Blanca

  • Chechi
    Chechi Author
    18/07/2012

    Hola Blanca, tus preguntas son buenísimas y yo también me las pongo cada vez que estoy en Italia o encuentro italianos aquí en Madrid! Y lo de cenar sentados en el sofá mirando la tele (como dice Michele) es una verdad absoluta, además personalmente creo que es España la televisión está siempre encendida también si nadie la mira (más que en Italia). No es una casualidad que las cocinas españolas son rectangualres y estrechas (tipo autobús) y las italianas son grandes y tienen mesas (normalmente): en Italia el momento de la comida es sagrado, en España es más importante la vida en el salón y en la calle.

  • Arrosticino
    18/07/2012

    Gli spagnoli mettono le cozze (donne brutte) sulle patatine così in piscina a mettersi in topless ci vanno solo quelle carine! :-D

  • carolina
    19/07/2012

    Lo que me parece es que los que aquí escriben sobre Madrid(Soy Madrileña y he vivido toda mi vida en Madrid) no conoceis Madrid para nada…jamas he visto le cozze sulle patatine e meno il topless in piscina..però lo mas triste es que creo que conoceis menos a Italia y a los Italianos..
    Doppo un taglio cessareo en España te puedes hacer una ducha sin cerotto!!Si,si..y no lo he leido en internet lo he vivido en mis propias carnes, las turkas son mas higienicas si llevas botas de agua…nadie apoya su culo en el water!!!pero al menos no te salpicas con el pis de los demas, si los italianos sois racistas y lo teneis tan asumido porq salis de vuestro pais?..yo creo q eso es egoismo, no racismo ; Si amais tanto a gli Spagnoli y su simpatía, por q no haceis lo propio con los extranjeros en Italia?eso sería pasar por tontos..no?Es mejor recibir sin dar nadda a cambio!y por último lo del fiocco no sería mas justo preguntarte porq lo meten los Italianos(q son los únicos q lo hacen) q no preguntarte porq no lo hacemos los demás???Es tan propio del egocentrismo Italiano…y para q os quede claro aunq lleves 20años viviendo en Italia, qui non e mai conceso di criticare e meno di ironizare con nada q tenga q ver con Italia, los Italianos y su cultura..y mucho menos su política o modo da fare..será por estó que mas de una aprovechamos este fantástico espacio para decir la nuestra..por cierto!!No te creas todo lo q lees en internet…!!

  • carolina
    19/07/2012

    Ah!Y nuestras preguntas sobre Italia, por si no lo has notado, son retóricas..es decir, no esperamos q vayas a buscar las respuestas por ahí…son solo un modo de responder a tus absurdas preguntas sobre la spagna q conoces..por q en España…??por lo mismo q en Italia…”porq cada pais es diferente, y si todo el mundo fuese igual pues te quedarias en tu pueblo sin salir..no??Dai..non farti tante domande y disfruta de Madrid y los Madrileños per quello che son!

  • Michele
    19/07/2012

    Carolina, per fortuna non tutti gli spagnoli sono come te , per fortuna c’é gente anche in questo blog che ha capito che si puó parlare tranquillamente senza fare il di piú, per fortuna non ti conosco, non ti ho conoscuito e non sono come te altrimenti dovrei dire che tutti gli spagnoli sono piú fastidiosi di un dito nel c..o.(cosa che non é vera)

    Fai piú sesso rilassati e impara dalle altre persone.

    Parli solo per dare aria alla bocca, non leggi e non capisci nemmeno che chi ha risposto alle domande non é l’autore del blog.

    Io ti posso dire che ho vissuto episodi di razzismo anche qui, devo pagare per un telefono che per gli spagnoli sarebbe gratis (le tasse le pago pure io!), non mi fanno prestiti perche il mio NIE inizia per X (ho un lavoro fisso e ben retribuito e non da una azienda spagnola), e sono stato inseguito per tutto un supermercato dalla guardia solo perché parlavo una lingua differente.

    Non Per questo dico che tutti gli spagnoli sono razzisti.

    PS: 20 anni in Italia e non sai parlare ne l’italiano ne la tua lingua, io ho fatto corsi per imparare lo spagnolo, non esco con italiani per integrarmi con la cultura spagnola, perche da queste piccole cose si imaparano gli usi ed i costumi locali, se in 20 anni che vivi in italia hai ancora questa chiusura mentale o hai frequentato la gente sbagliata o sei stata rintanata nel tuo guscio per tutto il tempo. Esci vivi il “Bel Paese” (non lo chiamo io cosí ma é chiamato in questo modo nel mondo) come io disfruto della Spagna.

  • Michele
    19/07/2012

    Volete differenze tra italiani e spagnoli, vi lascio il link ad un articolo del pais che avevo letto un bel po di tempo fa, é bello ed ad alcune persone farebbe bene leggerlo (scritto da uno spagnolo, in spagnolo):

    …Es posible, pero, tras tantos años en Italia, confieso que si me encontrase un día en un apuro querría tener un italiano a mi lado.
    Con un español me siento más seguro, sin embargo, cuando me jura algo. …

    http://elpais.com/diario/1984/03/28/opinion/449272809_850215.html

  • chechi
    chechi Author
    19/07/2012

    Carolina, a lo mejor hay un problema de incomprensión debido al idioma (por esto te escribo en español) pero tus comentarios me parecen tan absurdos que ni sé por dónde empezar. Las tapas de mejillones con patatas o anchoas con patatas las he visto mil veces en Madrid capital, así como el topless en la piscina. El hecho que tu no lo hayas visto no significa que no exista! Tu sabes de España y de Italia, pero los italianos no sabemos de nada. Empiezo a pensar que no non vives ni en Madrid ni en Italia si no entre las nubes! Mira como hablo de mi misma http://www.vivereamadrid.it/acerca-de/ esta se llama IRONIA! No te enfades, relájate tía, y ríete un poco! Si no solo vas a demostrar que tengo razón preguntándome: Perché gli spagnoli sono così permalosi???

  • carolina
    19/07/2012

    y tienes q abrirte un blog para preguntarte porq las Españolas se ponen en topless en la piscina??Yo diria q tu no has salido de tu pueblo!!jajjaj!!

  • Chechi
    Chechi Author
    19/07/2012

    Cada vez que cada persona se encuentra con algo diferente se pregunta ¿Por qué?
    Si las lentejas de tu abuela llevan chorizo y tu toda la vida has comido lentejas con chorizo la primera vez que te encuentras lentejas sin chorizo te preguntarás ¿Por qué?
    Esto no hará de ti una persona ignorante, más bien una persona atenta y sensible, inteligente!
    La vida está hecha de preguntas y búsqueda de respuestas, y más viajas y conoces y más preguntas. Uno que no ha salido de su pueblo solo conoce su realidad, y no tiene nada que preguntarse porque ha vivido siempre lo mismo. Vista tu actitud diría que este podría ser tu caso.

  • Raquel
    19/07/2012

    Volevo chiarire una cosa, più su una persona aveva chiesto il perché i bambini di scuola portano ”el uniforme”, i bambini che frequentano scuole private portano quel ”uniforme” i bambini che invece frequentano le scuole pubbliche possono vestire come vogliono :)

  • Michele
    19/07/2012

    Ecco perché, io mi chiedevo perché vedevo alcuni con ed altri senza. Peró ho sempre pensato che fossero dello stesso istituto.

  • Raquel
    19/07/2012

    Dai Michele che fra tutti cominciamo a toglierci i dubbi, ahahaha :D

  • Raquel
    19/07/2012

    Io vorrei spezzare una lancia a favore delle persone che si lamentano della vita in italia, il fatto è anch’io sono stata, e lo sono ancora, trattata male in generale ecco perché ci incazziamo, sicuramente anche a qualcuno di voi vi avranno trattato male qualche volta e vi sarete sentiti feriti… poi, non dovete essere così duri con il modo di scrivere in italiano di alcune persone, guardate che l’italiano scritto è molto difficile, sopratutto con le ”maledette” doppie che per me continuano ad essere un casino!
    Dai dai, cerchiamo di comprendere le persone e i suoi motivi che forse dietro ci sono brutte esperienze che neanche ci possiamo fare un’idea, forse un giorno vi racconto qualche ”brutta” esperienza vissuta nella mia pelle, per la cronaca io abito in zona nord dell’italia, mio compagno è italiano ma della puglia e devo dire che quando vado in vacanza lì, mi trovo molto meglio, la gente sa godersi di più la vita, è più sorridente, cordiale, aperta e simpatica ma questo non significa che giù non ci siano dei ”rompi”, tanto si sa che di gente buona e cattiva c’è dappertutto sia in Italia, in Spagna, in Cina e in Australia, tanto per fare degli esempi.
    Alla prossima ;)

  • Michele
    19/07/2012

    Le brutte esperienze le abbiamo avute tutti, quelle che ho scritto io nel mio post, mi sono realmente accadute, non per questo vado in giro incazzato con il mondo e ancora di più non infastidisco altre persone.
    Quello della lingua é stato un prologo (un po’ cattivo lo ammetto) per spiegargli che bisogna integrarsi nella cultura del Paese e capire la cultura (magari anche per trovare lavoro).

    Al Nord, é vero la maggior parte sono musoni e chiusi, si tratta solo di conoscere le persone giuste. Quello che posso assicurare peró é che una volta entrati “nel cerchio dell’amicizia” sono le persone piú leali al mondo.

    PS.:Il problema delle doppie c’é anche mia madre che è sarda, quindi non é solo un problema degli stranieri.

    Un esempio per gli Italiani, prova a fargli dire Jorge, li ti pisci addosso dal ridere, io stesso ancora devo pensarci 1 minuto prima di dirlo.
    Non parliamo degli accenti poi.

    Comunque viva la Puglia! Meravigliosa!

  • Chechi
    Chechi Author
    19/07/2012

    w la puglia e abbasso gli accenti dello spagnolo!!! ma quanti ne avete?? servono proprio tutti?? sarebbe meglio una lingua senza doppie e senza accenti!

  • Raquel
    19/07/2012

    Chechi, ce ne sono tanti e tutti importanti, ma la tua idea de togliere le doppie e gli accenti mi attira eheheh :P
    Michele, grazie per rispondermi sempre :)

  • 19/07/2012

    Madre mía, quanto scalpore!

    Che dirvi… W Itañolandia!

    Il giorno che ci toglieranno la libertà di dire come la pensiamo, su noi stessi e sugli altri (con rispetto, ché sinceramente i commenti che riguardano la vita sessuale delle persone mi sembrano fuori luogo. Lo dico con simpatia, eh), sarà da preoccuparsi.

    Io non sono spagnola. Io non sono italiana. Io sono itañola. Ho vissuto 24 anni di là (Spagna), quasi 11 di qua (Italia). Non potrò mai essere spagnola e non potrò mai italiana. E voi tutti, oh sì, voi tutti, che criticate, che vi inalberate, in realtà vi state inalberando contro qualcosa che è anche vostro, che è parte di voi. Perché, volente o nolente, le esperienze che facciamo ci segnano. E quindi molto freudianamente e flowerpowermente vi dico che nessuno di noi è 100% spagnolo o 100% italiano, mettetevi l’anima in pace :-)

    E come amate e nel contempo sbuffate quando la mamma rompe le scatole (eccome se la mamma rompe a volte!) o fa qualcosa che non ci garba, così accade con le vostre culture. E non c’è da prendersela per questo, né da passare all’attacco, se il tutto viene dall’amore e non dall’arroganza. E una come Chechi, che ha scelto Madrid e ha deciso di aprire un blog per parlarne, credo che abbia tanto ma tanto amore per la SUA città.

    ¡Y buen rollo, venga!

    Un abrazo a todos.

  • 19/07/2012

    E vi racconto un esempio di interculturalità mal riuscita.

    Nei miei primi tempi in Italia, al ritorno da una vacanza in Puglia, sono a cena da amici. Si parlava di Spagna, Italia, e mi chiedono: “allora quante regioni hai già conosciuto in Italia?” Io: “x” (non ricordo il numero all’epoca). Una ragazza che non conoscevo: “E quale ti è piaciuta di più?” Io: Umbria e Toscana. E lei ancora: e quale meno? Io: Puglia. Bellissimo mare, bellissima gente, ottimo cibo, ma quanto piattume! Io ho bisogno di montagne!”. Lei: “Ah (la tensión se podía cortar con un cuchillo). Mi spiace se non ti è piaciuta la MIA regione.”

    Da allora ho imparato che, sì, quanto è bello dire come la pensiamo, ma anche è molto bello sapere quando come dove e a chi dire le cose.

    Io non mi offendo se qualcuno mi viene a dire che l’Andalusia non lo fa impazzire perché preferisce il verde e le montagne delle Asturie. Vado oltre queste cose. Ma c’è chi ci resta male, e allora è anche giusto venire incontro alle diverse sensibilità.

    Per me quell’episodio è stata una lezione di vita.

    Certo, posso anche giustificarmi dicendo che la domanda me l’ha fatta lei, e che chiede a fare se poi non accetta la risposta. Lo so. Ma questo è un altro paio di maniche. E così ho imparato che, di fronte a chi non conosco, meglio andare cauti. E non si tratta di dire bugie, ma neanche di spiattellare implacabilmente le nostre opinioni senza sapere chi abbiamo davanti. Sono le basi della comunicazione interculturale, d’altronde.

    (E mo’ non mi restate male, eh amici pugliesi. Ma no, non è la mia regione italiana preferita :-) )

  • Raquel
    19/07/2012

    Scusa Carolina Ramos pero lo que dices no tiene ningún sentido, ¿cómo que no somos 100% españole o 100% italianos? Tener buen rollo con el país ”adoptivo” no significa que tengamos que renunciar a nuestra nacionalidad, tú, ¿dónde has nacido? en españa, ¿no? pues entonces eres española, querida; lo que tú expones es ¡pura utopía!
    Cordiales saludos.

  • 20/07/2012

    No, no se trata de nacionalidad, sino de identidad, de construcción, modificación, adaptación, evolución. Y no lo digo yo, hay muchísimos estudios e investigaciones que tratan el tema. Te aconsejo que veas un poco la obra del Prof. François Grosjean: http://www.francoisgrosjean.ch/

    No se refiere, claro está, a breves estancias (aunque también, pero con un efecto mucho más ligero) sino a largos periodos, sino directamente un cambio de residencia perenne.

    Para las breves estancias, existe un fenómeno llamado “el síndrome del viajero”.

    Saludos.

  • 22/07/2012

    Se volete potete venire a ‘litigare’ anche un po’ da me, che sono tornata a Murcia e mi dedico ad analizzare ciò che al mio arrivo (nel 1999) mi lasciava interdetta, tipo Bata-man!
    http://nonsipuotornareindietro.blogspot.com.es/2012/07/sexy-no-grazie.html

    Ceci, io capisco benissimo il tuo spirito, perché a forza di vivere fra Italia e Spagna a tutte queste cose non ci faccio più caso e poi mi rivengono in mente quando qualcuno ‘nuovo’ le nota!

  • Cristina
    23/07/2012

    Da spagnola, e madrileña, dovrei rispondere in spagnolo, ma lo farò in italiano per rispetto a tutti quelli che hanno già scritto. Anche perché tu scrivi i tuoi post in questa lingua.

    Io è da sei anni che abito a Milano (Italia) e ci sono tante cose che mi stupivano tanto, tanto… ma penso sia il bello!! Due paesi e due popoli che la gente pensa siano così vicini ma che, al contrario, sono così diversi!! E quanto è bella questa diversità!!

    Alle tue domande non ho una risposta, ma da spagnola mi piacerebbe sentire la tua con rispetto alla cultura italiana.

    Perché si deve mettere il fiocco, o ancora peggio il fiocco nero (o come si chiami quello che mettono) quando muore qualcuno?!?! =)

    Noi non lo mettiamo per cultura, come ti hanno già risposto, mi sa. Non si ha mai fatto. Ma riconosco che con una nascita è bello… con la morte, insomma…

    Gli orecchini?!?! Io non mi ricordo il male quando me li hanno fatti, anzi, poi mi sono fatta dei piercing per volontà propria, quando ero più grande. Quando siamo piccine piccine forse fa meno male che a otto anni, sinceramente… Oppure ti ritrovi come una mia amica che li ha fatti a 39 e aveva una paura grossissima!! Sinceramente, per quanto riguarda questo preferisco quello che facciamo noi!

    Dell’ombretto… Ho letto che la classe non è di tutti… Beh, scusatemi, io ho visto delle cose pazzesche a Milano (capitale della moda). Non tutte lo facciamo!! Mai fatto in vita mia… Guarda bene, sono sicura che non tutte le spagnole lo facciamo!! =)

    Topless in piscina. E perché no? Al Parco Sempione c’è della gente che prende il sole in costume da bagno. Perché non si può fare topless in piscina?!?! Considera che c’è tanta gente che non può o non vuole andare al mare, e allora la piscina sostituisce la spiaggia… Conosci la canzone “Aquí no hay playa, vaya, vaya”? Te la consiglio!! Spiega molto quello che sarebbe la cultura di Madrid, e non solo!! =)

    Per noi spagnoli prendere un caffè è come per voi prendere un aperitivo. Cioè, se tu dici a un amico, “PRendiamo un caffè?”, gli stai dicendo in realtà che vorresti fare due chiacchiere con lui e quindi ci vuole del tempo!! Sarà un caffè pessimo, ti do la ragione, ma sicuramente si passerà a las cañas (non così pessime!!) e soprattutto il bello è che hai incontrato i tuoi amici per parlare della vita!! =)

    “Ciao” l’abbiamo iniziato a usare i giovani da qualche anno e si è capito come un saluto, sì. Perché? Non lo so, forse perché “Hasta luego” è troppo lungo e “Ciao” ci sembra più internazionale, alla fine non è un “Bye” molto snob ma è sempre una parola straniera!! Io faccio l’insegnante di spagnolo sai quante volte mi becco “Hola” come saluto per andare via?!?! Anche se dico mille volte che non è uguale uguale a “Ciao”, perché non lo posso usare quando mi incontro con gli amici e quando vado via!! Ma forse un giorno, grazie a voi italiani, si userà così!! =) Sarebbe economia linguistica!!

    Mi sa che ho risposto a più di una delle tue domande, non in modo scientifico, ovvio. Quello è impossibile. Perché è impossibile capire come si sviluppa un popolo e arriva a certe forme sociali, ma il bello è vederle, conoscerle e farle un pò parte di te stessa!!

    Il bello è, soprattutto, stupirsi e pian piano rendersi conto che stanno diventando parte di te!! Come succede a me con tanti “perché” dell’Italia che non capivo e ora sono “miei”!! =)

    Goditi la mia città, mi raccomando! E continua a stupirti, quello è il bello della vita! E se vuoi dei consigli di ristoranti, fammi sapere, mi sa che sei capitata nei posti sbagliati!! ;-)

    Con tanto affetto, perché capisco come ti senti e sorrido mentre ti leggo!! E pensa, tutti dicono che sono permalosa, non riesco però a prendermela!! =)

    Due baci virtuali, è stato un vero piacere!!

    Cri

    ps. Di sicuro continuerò a leggerti!! E chiedo scusa per le doppie… le sbaglio ancora!! =S

  • 23/07/2012

    Hola, Raquel:

    No, no se trata de nacionalidad, sino de identidad, de construcción, modificación, adaptación, evolución. Y no lo digo yo, hay muchísimos estudios e investigaciones que tratan el tema. Te aconsejo que veas un poco la obra del Prof. François Grosjean: http://www.francoisgrosjean.ch/

    No se refiere, claro está, a breves estancias (aunque también, pero con un efecto mucho más ligero) sino a largos periodos, sino directamente un cambio de residencia perenne.

    Para las breves estancias, existe un fenómeno llamado “el síndrome del viajero”.

    Saludos.

  • Matteo
    27/07/2012

    certo è che gli spagnoli (e gli spagnoli wannabe..) , a vedere i commenti, sono davvero permalosi!

  • 27/07/2012

    Cozze e patatine fritte lo fanno anche i Belgi! E’ il loro piatto nazionale!

    Per il resto quando io facevo post cosi’ sui Belgi erano sempre gli Italiani ad offendersi e insultarmi. Sarà che i Belgi l’Italiano non lo capiscono. Oppure ad essere permalosi sono i Mediterranei…

  • 27/07/2012

    Anche i Belgi mangiano le cozze con le patatine fritte! E’ il loro piatto nazionale!

    E credo che i Belgi siano anche meno permalosi degli spagnoli, perchè quando facevo post sul Belgio erano sempre gli Italiani ad offendersi e insultarmi… sarà che sono i mediterranei ad essere permalosi e non capire l’ironia?

  • Flavio
    06/08/2012

    Gran parte delle tue domande potrebbero rispondersi semplicemente con: Culture e tradizioni diverse.
    Paese che vai usanze che trovi.
    Gli spagnoli hanno le loro usanze, como noi italiani le nostre, nessuna é meglio dell’altra, sono semplicemente usanze perpetrate nel tempo in paesi diversi.
    Detto ció, proveró a darti alcune risposte su alcune domande:

    Perché gli spagnoli dicono CIAO solo per despedirse e mai al momento di incontrarsi?

    Praticamente solo In Italia si utilizza la stessa parola per salutarsi.
    In Inghilterra si usa Hello/Bye, in Spagna, Hola/adiós, in Francia Salut/adieu, in Argentina Hola/chau, in Germania Hallo/Tschüss
    Per cui la domanda corretta dovrebbe essere: ma perché solo in Italia si saluta con la stessa parola mentre nel resto del mondo hanno parole per quando si vedono e quando si “despidono”

    Perché le spagnole fanno topples anche in piscina?
    Perché é cosa buona e giusta;)
    Perché gli spagnoli mettono le cozze sulle patatine fritte??
    A dir la veritá non l’ho mai visto, ma por gustos, colores.

    Adesso faccio io un paio di domande:

    Perché solo in Italia non abbiamo una parola per Resaca ( in inglese Hangover) e bisogna dire:
    Ho un forte mal di testa dovuto al fatto che ho bevuto qualche bicchiere di troppo ieri sera…
    Perché le italiane anche per andare al mercato si acchittano come se uscissero di sabato sera?

  • Alessia
    15/08/2012

    Ciao Chechi, ho letto oggi questo post e ho pensato di rispondere. Da un po’ seguo il tuo blog e lo trovo molto divertente. Mi piace anche perché mi dà la possibilità di osservare da lontano una città che mi piace molto, vale a dire Madrid.

    Una delle mie amiche più care è madrilena. In passato ha vissuto qui in Italia per diversi anni, nella mia cittadina. Ogni tanto ci capitava di parlare delle differenze tra i nostri paesi.

    Lei di solito esordiva con “Ale, ma questa cosa in Italia… MA CHE CAZZO…” e giù a chiedermi con curiosità spiegazioni su qualcosa che non capiva (usi, costumi, modi di dire, di fare, ecc).

    Non ho mai reagito male, né ho mai trattato male la mia amica per questo. Di solito ci ridevamo sopra, oppure le spiegavo ciò che non capiva. In altri casi le dicevo “Sì, questa cosa in Italia funziona così, non chiedermi il perché perché non lo so nemmeno io, non lo capisco e non lo condivido”.

    Quando sono andata a trovarla a Madrid e mi sono trovata di fronte a cose spagnole che non capivo, ho fatto la stessa cosa. Ricordo ancora la mia espressione quando le ho chiesto un barattolo di pomodori per preparare il pranzo e mi ha piazzato in mano il Tomato Frito. Credo d’aver fissato quel barattolo per almeno 5 minuti, per poi girarmi e dirle con espressione stupita “Angela, ma perché cazzo friggete il pomodoro?”.

    Non me la sono mai presa per le sue osservazioni sulle cose che non capiva o criticava dell’Italia e degli italiani, perché sapevo che la sua era curiosità e che c’era comunque rispetto e amore per la terra che la stava ospitando.

    Una volta, dopo un mio viaggio in Africa, ho postato alcune foto in rete con dei miei pareri su ciò che avevo visto. Non avevo scritto ASSOLUTAMENTE NULLA DI OFFENSIVO e/o IRRISPETTOSO nei confronti di quel paese africano, eppure le mie perplessità/curiosità sono state oggetti di sfanculate e acidità da parte di una ragazza che era particolarmente legata a quella terra. Le ho dovuto spiegare il senso delle mie osservazioni e domande e poi s’è data una calmata.

    Insomma, un po’ di sana ironia non guasta mai, anche se la facilità con il quale si viene fraintesi è incredibile.

    Saluti e complimenti per il blog :)

  • Alessia
    15/08/2012

    Dimenticavo. Io sono molisana. E nessuno meglio di me sa cosa significhino le critiche e le prese per il culo per il proprio paese d’origine.

    Il Molise per la maggior parte degli italiani NON esiste, per gli stranieri non ne parliamo.

    Quando mi chiedono “Di dove sei?” inizio a sudare. A nulla servono i miei tentativi di spiegazione, così ripiego sempre tristemente rassegnata con “vicino Roma”.

    Se non avessi imparato la sacra arte dell’autoironia, avrei dovuto mandare affanculo non solo mezzo mondo, ma anche l’Italia intera.

    Pace :)

  • 16/09/2012

    ahaha bellissimo!!!…io ho un perché esistenziale… PERCHÉ CHIAMANO I POP CORN PALOMITAS DE MAIS? li mortacci!!!! jaja

  • Isabella
    21/11/2012

    Mamma mia! Grazie Michele per aver recuperato quell’articolo de El País! È del 1984 e sapessi quanto l’ho cercato in tutti questi anni! Ne ho grato ricordo perché è un articolo che la mia insegnante di spagnolo all’università utilizzò per una delle prime lezioni, non ricordo esattamente quale fosse l’argomento grammaticale che volesse affrontare, ma dell’articolo mi ricordo benissimo: lo spagnolo è d’acciaio, l’italiano di gomma. Che metafora azzeccatissima! Sul fatto che siamo tutti tendenzialmente mafiosi, però, avrei un po’ (giusto un po’) da ridire…

    Per il resto, che dire: trovo evidente che il post di Chechi ha intenti ironici, ma molto affettuosi e, un’occhiata rapida ad altri post di questo blog, me lo confermano. Francamente, invece, è raro trovare spagnoli che parlino bene dell’Italia. Non mi è mai capitato con altri europei. Gli spagnoli (ma soprattutto le spagnole) che vivono in Italia si lamentano moltissimo e non gli va mai bene niente, spesso anche se vivono “col culo nel burro” (felicemente sposate, con lavoro, posizione, ecc.). Ma ricordo che questo atteggiamento lo si poteva riscontrare anche fra gli Erasmus, ai tempi dell’università…

  • Frankye
    21/12/2012

    Italy, Spain, Greece, Albania , Portugal, Cipros, Malta, S. Marin, Vatican, Montenegro,ecc. are countries different from richNorth European countries.
    At these days we can call these countries: SOUTH EUROPE, to distnguish them from the rest of the rich Europe. It’ s like North and South America. In the next future the split between the rich and the poor Europe will rise. North and South is going to substitute the ancient difference between East and west Europe.
    We will see the men of the South to come and to stole in the rich North, while the women of the South will come to prostitute themselves in the North.

  • Claudio
    05/03/2014

    Penso che non si conosca piu’ che bene usi e costumi dei due popoli non si debba giudicare , conosco bene la spagna e sono italiano … per me ambedue i popoli pensiamo di essere unici preziosi .. guardacaso siamo due popoli (Latini) .. io direi di essere un po’ piu’ umili (umildes)

  • T.G.
    18/03/2014

    E adbastanza comune tra le persone italiane che o conosciuto di avere una certa incapacità da comprendere al altro (o vuoler farlo) fuori pseudo stamenti di comprensione per migliorare la propia imagine. Anche ce come un risentimento (dico io) perche e comune dire cose per provocare (propio da ignoranti) come queste generalizazioni brutali (che non pensano si possano fare anche ridicole generalizazioni a loro stessi o cosa) e dopo invertire l’argomento ante la comprensibile ed onesta reazzione, come insultare e farsi l’ofeso. Magari tra molti italiani ce un peppe grillo, dico politico istrionico.
    E un buon essempio il tema dil “ciao”. E piu comune avere due parole, una per il saluto di arrivo e un altra per la partita, ma no, non si dice il obbio caso dil hello ( hallo etc) bye, nin hao zaijian… Chiaro l’uso di “ciao” come barbarismo non a perche essere usato come in italia.
    Meno male che “molti italiani” sono meno dil 25% hehe.

    Scusate il mio italiano.
    E magari non lo credete ma italia mi piace molto e … Lo detto si aplica anche a “molta” humanità.
    Non mi odiate!!! Hehehe

  • Francesco
    30/04/2014

    Ho vissuto negli anni 70 a barcellona, primi anni 80 a Madrid e poi a Roma per quasi vent’anni per poi tornare a Madrid dal 2005.
    Gli Spagnoli ridono di tutti gli stranieri, ma non amano quando gli stranieri ridono di loro.
    Ma attenzione, questo vale anche per gli italiani, i greci, gli svedesi (insomma per tutti).
    Sul mangiare guai a tocare il terribile porridge (si scrive cosí? , bo!) ai britannici, i salamoni bianchi bolliti ai tedeschi, la pasta e la pizza a noi italiani e il prosciutto pata negra agli spagnoli.
    Di spagnoli che parlano bene dell’Italia non è trovati un sacco. A volte esagerano (se pasan, in senso buono) con i complimenti e ti mettono in imbarazzo, per troppe lodi esagerate.
    Lascio tra breve la Spagna dopo molti anni. Purtroppo questi ultimi anni di Partido Popular con Rajoy e di recessione sono squallidissimi e ingiusti socialmente (vd. desauciados, preferentes, Bankia, Trame Gurtel, Caso Noos, Blesa, Barcenas), ma non ritorno in Italia che avevo lasciato anni fa nauseato in pieno tromentone Berlusconiano.
    Insomma ragazzi Spagna e Italia vanno bene solo per fare il turista e…. tappandosi il naso!!!

*