Le migliori 10 feste popolari spagnole

Che faccio a Madrid quando è estate, mezza cittá è in vacanza e l’altra metá in qualche piscina comunale? Penso a las fiestas, questi deliranti eventi così radicati nella cultura spagnola che danno un carattere tutto particolare alla mia amata Penisola Iberica.
In questo caldo giorno di agosto ho pensato di fare l’elenco delel 10 feste spagnole più amate e conosciute, e quindi anche più criticate.

1 San Fermín (Sanfermines)
La festa di San Fermín (Sanfermines), in euskera Sanferminak, sono le celebrazioni in onore di San Fermino, patrono di Pamplona. I festeggiamenti iniziano con il lancio del chupinazo dal balcone del Comune alle 12 del mezzogiorno del 6 luglio, e finiscono a mezzanotte del 14 luglio con le note della canzone “Pobre de mí”. L’aspetto più conosciuto e criticato della vesta é el encierro dei tori, che ogni anno provoca feriti. Consigliato a: chi ama forti dosi di adrenalina

San Fermin

2 Las fallas
Queste feste tipiche di Valencia si celebrano tra il 15 e il 19 Marzo, riempiendo la cittá di enormi e festosi carri, allegoria della politica e dell’attualità. Il primo al diciannove di marzo in piazza del comune (Plaza del Ayuntamiento) alle due del pomeriggio c’é la “Mascletá”, specialitá pirotecnica composta da una serie di petardi che esplodono ad un determinato ritmo e dal finale spettacolare.
A partire dalle 24,00 del 15 di marzo si puó iniziare a contemplare gli oltre 500 monumenti falleri per le vie e i quartieri. Las Fallas sono dei veri e propri monumenti-sculture, alcuni dei quali riescono anche ad arrivare ad un’altezza di oltre 30 metri.
Nei giorni 17 e 18 di marzo si produce uno degli atti piú suggestivi della festa: la tradizionale offerta dei fiori alla Madonna dei Senzatetto (la Virgen de los Desemparados) dove i valenciani si riuniscono per portare i fiori alla Vergine. In questi giorni tutte le commissioni fallere sfilano in abiti tradizionali accompagnate da bande musicali.

Las fallas

3 Las Ferias de Abril
Durante una intera settimana Siviglia vive solo perquesta festa. Musica, gente, gastronomia e soprattutto grandi balli. Ufficialmente la festa inizia a mezzanotte con la “prueba del alumbrao”, cioé una meravigliosa coreografia di inifinite luci colorate che abbracciano la piazza, con quasi 50 metri di altezza. All’interno della piazza ci sono las casetas, i luoghi privilegiati da cui godere della festa. La maggior parte di queste casette sono private, e sono formate da gruppi di parenti o amici che condividono prelibatezze locali e, ovviamente, tanto vino, il tutto a ritmo di musiva sivigliana. Consigliato a: ballerini provetti

ferias de Abril

4 Carnaval de Cádiz e Tenerife
Se amate i travestimenti, l’euforia e gli eccessi queste due feste fanno a caso vostro. Niente a che vedere con la compostezza del carnevale di Venezia… i carnevali spagnoli hanno una sola parola chiave: l’eccesso! Consigliato a: trasgressivi.

carnevale spagnolo

5 La Tomatina
Decisamente la mia festa preferita! La Tomatina si celebra nel municipio Valenciano di Buñol. Scopo della festa: bombardare di pomodori i passanti (tomate significa pomodoro)! Si celebra l’ultima settimana di agosto, e la cerimonia ha inizio con una sfida: salire su un palo insaponato e raggiungere il prossiutto appeso nella parte superiore. Alle 11 inizia il caos: la guerra del pomodoro, ma prima di lanciare l’ortaggio bisogna schiacciarlo, per evitare di ferire qualcuno! Consigliato a: vegetariani incalliti!

la tomatina

6 Fiestas de Moros y Cristianos
Se vi appassiona la storia ecco la festa che fa per voi, Fiestas de Moros y Cristianos! Si svolge ad Alicante e riproduce la guerra per la conquista della penisola tra moros (arabi) e cristiani. La festa dura ben 2 mesi, iniziando il 30 maggio e finendo il 15 luglio! Il 13 effettua l’entrata Cristiana, il 14 Mora e il 15 la festa si conslude con la sconfitta dei Mori. Consigliato a: gli appassionati di storia

fiesta de moros y cristianos

7 La Semana Grande de Bilbao
Questa festa, in euskera Bilboko Aste Nagusia, è la principale festa di Bilbao, in onore della Asunción de Nuestra Señora. Il festival, dalla durata di 9 giorni, procede senza sosta anche durante la notte dove musica, alcol e fiesta sono assicurati per tutta la durata dell’evento.
L’elemento caratteristico della festa sono le “comparsas”. Con questo termine si intendono i vari gruppi di persone vestite con costumi tradizionali, che fanno baldoria per le strade aiutandosi con degli strumenti musicali.
Consigliato a: festaioli scatenati

semana grande Bilbao

8 Descenso del Sella
Tra le feste più strane, peculiari e incredibili c’è il descenso del Sella, che è un miz tra un evento sportivo e una festa tradizionale. La festa si svolge il primo sabato di agosto lungo il fiume Sella, in Asturia, su delle canoe. Consigliato a: Sportivi

descenso del sella

9 Romería del Rocío
Più che una festa è un pellegrinaggio, come dice il suo stesso nome: “romería”. È una manifestazione popolare andalusa in onore della Vergine de Rocío, e sio celebra il fine settimana della domenica di pentecoste. A piedi, a cavallo, in bici, con i carri: ognuno va come vuole e fa quel che crede, l’importante è adorare la vergine e accompagnarla nel suo pellegrinaggio. Consigliato a: passionali cuori zingari

romería del Rocio

10 San Isidro
Infine: SAN ISIDRO! Impossibile non citare la festa delle feste, cioè la celebrazione per il santo patrono di Madrid, San Isidro. Il 15 maggio la cittá si colora di garofani e gente vestita da chulapos: per gli uomini pantaloni neri e giacchino e cappello a quadri, per le donne abito stile sivigliano e un garofano in testa. Si va a La Pradera de San Isidro, si danza, si canta e, ovviamente, si beve.
Consigliato a: chi ama Madrid, perchè questa festa esprime il cuore della citta!

san isidro


Ti è piaciuto questo articolo?? Qui le 10 esperienze gastonomiche imperidibili a Madrid!

About Chechi 706 Articoli
Chechi, una pecora che cerca di uscire dal gregge