Il toro de Osborne: quando la pubblicitá funziona!

Puó una sagoma raccogliere tutta la cultura, la storia e il folcrore di un paese? Si, se questa sagoma è un toro di Osborne e il paese in questione è la Spagna!
viaggio in spagna

Non esiste compagno di viaggio occasionale più piacevole di questi tori, che come per sorpresa appaiono tra un mulino a vento , un campo incolto e una mandria di tori veri.

La velocitá della strada ci fa vivere amori fugaci con queste figure, quasi mai si ha il tempo di fotografarli e spesso non resta che il loro ricordo per km e km, fino a quando un altro toro di Osborne incontrerà il nostro cammino. O meglio noi incontreremo il suo, perché anche se si fa fatica ad accettarlo questi tori non si muovono, essendo delle sculture.
madrid viaggi.

Il simpatico torone fu disegnato da Manolo Prieto nel 1956 come simbolo pubblicitario  del brandy Veterano e installato nel 1957 per le strade spagnole. Nella sua prima versione era fatto di legno, alto 4 metri e con le corna dipinte di bianco.
Dopo pochi anni per le avverse condizioni metereologiche il legno fu sostituito dal metallo, e il torone crebbe di dimensioni e iniziò a misurare prima 7 metri, e poi nel 1962 i metri divennero ben 14.

Dalla sua nascita fino ad ora la vita del TORO non é stata affatto facile: nel 1988 la Ley General de Varreteras obbligó a ritirare i cartelli pubblicitari da tutte le strade della penisola: il toro perse la sua scritta, ma conservó l’enorme sagoma.
Nel 1994 un Reglamento general de Carreteras ordinó di ritirare tutti i tori di Osborne, ma varie comunitá autonome, municipi, associazioni culturali, artisti e politici si pronunciano a favore del mantenimento delle sagoma. Cosí nello stesso 1994 viene dichiarato “patrimonio artistico e culturale delle strade spagnole”.

Il torone ha fatto il miracolo, passando da simbolo commerciale ad essere associato alle idee di nazionalismo e identitá spagnola!!

Ma tutti questi tori in giro per la spagna non sono un po maschilisti? Probabilmente si, per questo tra l’8 e l’11 maggio 2005 il giovane artista Javier Figueredo, assieme ad altri 3 artisti non identificati, trasformarono il Toro de Osborne situato all’altezza del km 535 dela N-630 in una vacca svizzera.
vaca de osborne
Macchie bianche e grandi mammelle rosa trasformarono l’immagine del toro, che diventó “la vaca de Osborne”: un gesto semplice ma profondamente simbolico, che criticava la discriminazione sessuale e la violenza maschilista.
Peccato che il giovane Figueredo non solo fu denunciato dalla Guardia Civile, ma trascorse due giorni agli arresti domiciliari per non aver rispettato i beni immobili. Buuu!!!

A ribadire il fascino indiscusso del toro e il suo aspetto POP, casomai ce ne fosse ancora bisogno, ci ha pensato anche Keith Haring che nel 1983 ha tuneado il toro spagnolo, consacrandolo alla fama internazionale!
toro hering

Se il desiderio di vedere dal vivo un Toro de Osborne ti corrode l’anima guarda qui sotto dove si trovano i bei toroni: ce ne sono 91 in giro per la Spagna, in attesa di essere ammirati (per trovare il toro piú vicino a casa tua o alle tue vacanze clicca qui – il piú vicino a casa mia creod sia quello di Valdemoro).

i tori di osborne

toro

Forza, vai a cercare il toro del tuo cuore!

About Chechi 707 Articoli
Chechi, una pecora che cerca di uscire dal gregge