Madrid romanticona: el duende de El Retiro

Mio caro amico italiano che vuoi venire a vivere a Madrid, se desideri una relazione dolce e stabile ma la tua anima gemella è “un po’ pazza un po’ monella” (=stronza!!) puoi affidarti a una delle leggende popolari di Madrid, e farti una bella passeggiata nei giardini de El Retiro alla ricerca del suo duende.
madrid retiro
Il duende è una creatura mitologica fantastica, di forma umanoide ma della dimensione di un bambino: una sorta di gnomo.
L’etimologia del suo nome viene da “duen de casa” o “dueño de casa” per il proprio carattere dei duendes, che si “impossessano” delle case e dei luoghi. Ma torniamo alla nostra leggenda (dueño in castigliano significa proprietario)

Il parco del Retiro fu il rifugio del primo Re della dinastia dei Boboni, Felipe V.
All’inizio del XVIII secolo questo parco era un giardino privato, che apparteneva alla Corona. Pare che ogni qual volta il re passeggiasse per il giardino i fiori cambiavano di forma, di colore, di dimensione, di posizione e perfino di specie!
Per cui il re in ogni passeggiata si trovava davanti un giardino distinto, e né lui né i numerosi giardinieri seppero mai spiegare a cosa fossero dovuti questi cambi, fino a quando non si scoprì il responsabile: “el Duende del Retiro”!
tradizioni madrid

Nel 1868 il parco del Buen Retiro si rese pubblico, e pare che il Duende iniziò ad apparire agli innamorati, sempre e solo quando il loro amore fosse assoluto e sincero.
Ma negli ultimi anni le sue apparizioni sono drasticamente diminuite, e per questo si è giunti a pensare che incontrare il Duende del Retiro è segno di buona fortuna in amore.
Ovviamente questo vale solo per avvistare el Duende in carne ed ossa: la statua che dal 1985 lo raffigura nel parco non porta buona fortuna, ma ricorda solo la sua presenza!

madrid duende

Io l’ho cercato e l’ho cercato senza successo 🙁 Se tu lo vedi mandami una mail a chechi@vivereamadrid.it!

About Chechi 695 Articoli
Chechi, una pecora che cerca di uscire dal gregge