Tapas a Madrid: ostriche e champagne al Mercado de San Miguel

Sono a un passo dalla disoccupazione, però insomma non ci sto pensando troppo, non è che ne sto facendo una malattia.
Piuttosto sto cercando di fare qualcosa completamente nuovo e innaturale per la mia índole: aspettare.
Cosa? Non lo so, in generale che succeda qualcosa di più definito, da qualsiasi punto di vista.
In questa attesa mi fa compagnia una scintillante e straripante Madrid ricolma di turisti.
Mi sono presa dei giorni di ferie per fare anche io la turista a Madrid, e ingannare l’attesa. Porto amorina all’asilo e vado a vedere questa grassa città vestita a festa.
Le bancarelle, le luci, le parrucche fosforescenti, i cappelli con le teste di animali, i mercati. Tutto si ripete e tutto è diverso nei natali a Madrid.
Se fossi una fashion blogger, o influencer, come si dice adesso, mi farei dei selfie in Plaza Mayor con la mia parrucca a caschetto rosa, però no! Fedele alla linea quello che pubblicherò oggi sono le foto del Mercado de San Miguel, che è un posto molto molto turistico ma anche molto molto bello, e ogni tanto bisogna andarci.
Bisogna andarci di sera, in settimana (per evitare l’inferno io ci sono stata di mercoledí), con un maschio bono o con un’amica in modalità spensierata, con cui parlare di cose effervescenti. Io ci sono stata con PischiOne, che proprio spensierato di carattere non è, però è maschio ed è bono quindi compiva i requisiti.
Il Mercado de San Miguel è situato a pochi metri da Plaza Mayor, e conserva una meravigliosa struttura in ferro dell’inizio del XX secolo.
madrid-natale
In realtà il suolo dove adesso si erge elegante e imponente il Mercado fu sempre caratterizzato da ferventi attività sociali: prima c’era una parrocchia (dove fu battezzato il celeberrimo drammaturgo Félix Lope de Vega),e quando questa fu distrutta in un incendio nel 1790 si decise di demolirla e dedicare il suolo alle attività commerciali.
L’edificio in ferro che vediamo adesso fu costruito solo nel 1913, con uno stile nettamente parigino, e si tratta dell’unico esempio di architettura di ferro di Madrid. Con gli anni il Mercado di San Miguel andò incontro a una importante decadenza, ma grazie ai fondi della Comunità Europea nel 1999 si poté ridare alla struttura il suo aspetto originario.
Successivamente si costituì la società El Gastrónomo de San Miguel, con l’intento di migliorare le attività commerciali tradizionali seguendo l’esempio de La Boquería di Barcellona. Insomma, da essere un mercato qualsiasi San Miguel si è trasformato in un posto radical-chic dove prendere un aperitivo, bere una birra, comprare un libro o una pianta e, magari, anche sognare di fare la spesa.

Soprattutto nel periodo natalizio questo mercato è un luogo magico, con le lucine, i nastrini, le palline che fanno tanto casa ma anche tanto consumismo… è difficile resistere al fascino delle sue decorazioni
madrid-natale

Criticare questo mercato è tanto facile quanto amarlo, ma ad onor del vero devo dire una cosa: qui le tapas sono deliziose e presentate in modo impeccabile!
madrid-mercati

tapas-madrid

madrid-dolci

Primo premio alla delizia delle delizie le tapas con le nostrane burrate: santo subito chi ha avuto l’idea di questa bancarella!
tapas-mercado-san-miguel-madrid

MAAAA se davvero vuoi strafare non devi limitarti a mangiare un pezzettino di pane con un delizioso pezzettino di burrata per 3,5 euro, NO!
Devi mangiare le ostriche, come abbiamo fatto io e il mio bel maschione!
Ogni ostrica 2,5 euro, e un bicchiere di champagne 7 euro! Questa situazione in spagnolo si definisce “tirar la casa por la ventana” cioè STRAFARE!
Però ne è valsa la pena! Buonissime, fresche e non abbiamo nemmeno avuto il cagozzo! 🙂
madrid-ostriche

madrid-tapas

Le cose più pazze che ho visto in questo Mercato l’altra sera sono due, e riporto qui la testimonianza iconografica poiché potreste non credermi:
I ricci di mare frittolosi 4 euro L’UNO!!!!
img_20161130_202554-2

E, soprattutto, il BOCADILLO DE CALAMARES A 9 EURO!!! quando a Plaza Mayor costa 3,5 euro ed è grande il doppio!!!
img_20161130_202323
Incredibile! Insomma, sarà perché siamo usciti senza la nostra mostriciattolina e ci siamo sentiti due innamorati al primo incontro, sarà perché lo champagne fa sempre il suo effetto brioso ma vi assicuro che il MERCADO DE SAN MIGUEL è un posto che non lascia indifferenti. Ci vediamo là!

About Chechi 706 Articoli
Chechi, una pecora che cerca di uscire dal gregge