Review Category : Concorso letterario

Vota la tua opera preferita!

Finalmente sono online le opere del CONCORSO DI SCRITTURA CREATIVASpagna“!

In questra pagina troverai tutte le opere (in ordine di arrivo): leggi e vota la tua preferita con il tasto MI PIACE di facebook!
Il regolamento del concorso lo trovi qui (si trattava di 500 caratteri, non parole!).
Stasera pubblico anche le tre opere fuori concorso, che stamattina me ha pillado el toro*
Ricordo che il vincitore (cioè il racconto che avrà più MI PIACE di facebook) vincerà un ticket di 50 euro da spendere in voli Ryanair!
¡¡SUERTE COMPAÑEROS!!

*non ho avuto tempo!

Read More →

Concorso di scrittura creativa “Spagna”

2º concorso www.vivereamadrid.it

Dopo il concorso di fotografia www.vivereamadrid.it organizza il concorso di scrittura creativa “Spagna”

Ricordi, desideri, illusioni, fantasie di una nazione che ci fa sognare. Leggi qui le opere partecipanti!

LEGGI LE OPERE E VOTA LA TUA PREFERITA!!!

REGOLAMENTO

Titolo:
Spagna

Lunghezza:
massimo 500 caratteri (spazi inclusi)

Opere ammesse:
Opere inedite, di massimo 500 caratteri (spazi inclusi, TITOLO INCLUSO) inviate via email a chechi@vivereamadrid.it entro il 21 novembre 2011 h23.30

I premi:

1° classificato: Cheque-Regalo Ryanair di 50 euro

2º classificato: libro di cucina spagnola

Modalità di votazione e giuria:
Il giorno 22 novembre 2011 tutti i racconti partecipanti saranno pubblicati sulla pagina www.vivereamadrid.it e si apriranno le votazioni. La giuria siete tutti voi!

Sotto ogni testo sarà presente il tasto MI PIACE di facebook: vincerà il concorso il racconto che otterrà maggior numero di MI PIACE

Notizie sui risultati:
le votazioni si chiuderanno il 30 novembre 2011 alle ore 23.30. Il racconto con più MI PIACE di face book sarà dichiarato VINCITORE ASSOLUTO

Se ami scrivere, vuoi condividere la tua passione per la Spagna o semplicemente desideri vincere un ticket Ryanair di 50 euro invia la tua piccola opera letteraria!

Read More →

La chiave del piacere

di  Fabio Castano

Josè è di Santiago. Dani è di Pamplona. Charles è di Barcellona. Rafa è di Cadice. Sono amici di Michele, un italiano trasferitosi a Madrid per trovare lavoro. Hanno una missione. Comunicare un segreto a Michele per sollevarlo dalla tristezza. La chiamata è per le 14:30. “Con” fa Josè, “Los” Dani, “Chocolate” Charles. “Churros, passo e chiudo” Rafa. “Los churros con chocolate”, la clave del placer! Michele lì provò, e il giorno dopo trovò lavoro proprio in quel bar.

Read More →

L’attesa madrilena

di Annamaria D’ambrosio

Da quel freddo pomeriggio di marzo a La Huertas, non si erano più visti, ne sentiti. Le giornate trascorrevano con insolente banalità. Gli ultimi sette mesi, intensi e fugaci, le lasciavano l’amaro in bocca. Adesso doveva fare i conti con il niente, con il vuoto inspiegabile che l’uomo tanto amato e detestato le aveva lasciato. Da quell’incontro casuale non restano che le ore, i minuti e le attese che le illusioni possano tornare a riempire quelle povere giornate. E intanto, aspettava.

Read More →

Cementerio de Lurca

di Vale Campana

In trentasette anni di servizio aveva finito per preferire i morti alla maggior parte dei vivi del paese. Così, anche quelli che in vita detestava, da morti si guadagnavano lapidi lustre e fiori ben curati. All’inizio gli era sembrato un poco strano, ma poi non ne aveva più potuto fare a meno: la vista a picco sulla costa, l’azzurro pastello di cielo e mare, il bianco gesso delle tombe e quel silenzio surreale, ne avevano fatto il miglior rifugio dalle brutture del mondo.

Read More →

Ferro

di Paolo Minucci

Madrid. Metropolitana. Ferro su ferro che stride e terrorizza. Linea gialla verso luoghi lontani e limite del coraggio di vite sfortunate. Non-luogo per eccellenza, eppure viaggio verso un luogo sconosciuto.
11 Marzo 2004, STOP. Esperienze assorte nel torpore mattutino, e ancora STOP. Vigliacche lamine di ferro, in ogni direzione, e sangue, e ancora ferro. Quel mattino 192 esistenze non ritrovano la coscienza.
Io sono qui, la morte era qui, e urla di rabbia la rotaia.

Read More →

Spagna

di Nicola Pagliarulo

Madrid è luce,quella brillante del giorno e quella tenue della notte,fuse in un’unica emozione,semplice e complessa,agognata e sconosciuta,dal nome vita…Madrid è aria,sottile e frizzante,lieve come una carezza e dolce come un sorriso…Madrid è l’odore buono della pelle ed il colore sorprendente di occhi cangianti…Madrid è opportunità metropolitana ed intensità provinciale…Madrid è musica,tapas e amore…Madrid è terra e mare ed il suo oceano lo vedi ogni volta che guardi il cielo…

Read More →

Libre

di Lorenzo Mataloni

Rossa, di terra calda
Gialla, di sole brillante
Volteggia la bandiera
Tra le culture
E Le storie
In cui mi perdo
Tra le albe e i tramonti
Di giorni infiniti
Di gioie che ricordo e bramo
Cielo azzurro di Spagna
che attraverso con la mente
Per posarmi sulle sommità
Di palazzi maestosi
Che mi raccontano Il passato
Nei suoni di un idioma di passione
Che ancora risuona in me
Come un richiamo
E mi tiene ancorato
Ai tuoi mari
Ai tuoi venti
Ai tuoi luoghi

Read More →

Pensieri al sole

di Marica

Seduta in Plaza Mayor, occhi chiusi e faccia al sole, Elisa ascolta le conversazioni attorno, ormai le capisce quasi tutte. Quello che non capisce ancora e’ se ha fatto bene a lasciare tutto per venire a vivere qui da sola.
“Senorita” una voce la rapisce dai suoi pensieri: due ragazzi le chiedono di fare una foto. Dopo averla ringraziata e aver controllato la foto, i due sorridono e allontanandosi si baciano. Piccoli gesti che le fanno pensare che un mondo migliore e’ possibile.

Read More →

A/R

di Michela

Ho preso 2 biglietti. Niente Ramblas, piazze, porto, turisti e paella, però. Prenderemo un tram (ah! che siano benedetti i maledetti tram di Barcellona) e saliremo su fino al parco. Tra alberi di pietra e pezzi di ceramica che profumano di fiaba le dirò che la amo. Torneremo in tempo per dormire ognuno a casa propria. Voglio che possa sembrarle solo un sogno se non risponderà “anch’io“. E se lo farà? Allora meglio fuggire da Barça, potrei chiederle di sposarmi e trasferirci lì seduta stante.

Read More →

Sognando la Spagna

di Maria Rosa Angelino

Una penisola circondata da una catena montuosa; da due mari, Mediterraneo e Oceano, che con le
loro correnti l’hanno resa una terra piena di colori e fantasie. Ogni città ha la sua storia; ha al suo
interno qualcosa da farti scoprire, arte e tradizioni, particolarità che le rende uniche tra loro, come
tante piccole nazioni.
Una terra abitata da persone cordiali e gentili, che emanano il calore dell’accoglienza e ti fanno
sempre sentire a casa, una grande casa, da vivere, da amare.

Read More →

Mala suerte

di robespierre1936@libero.it

Il toro.
Nero, imponente.
Guardava me ch’ero al di là dello steccato.
I suoi occhi neri mi scrutavano fieri ed impassibili.
Era bellissimo.
Dei passi mi fecero trasalire.
Mi voltai. Un uomo, vestito da maniscalco, mi sorrise.
-Bello, eh?-
-Veramente è bellissimo! Non ho mai visto un toro così solenne!-
-Si chiama El Remolino, la tromba d’aria-
-A vederlo così immobile…-
-Ha incornato cinque toreri. Ma sarà abbattuto-
-Una condanna a morte?-
-No, ha un cancro-
Piansi come un bambino.

Read More →