Amar e querer non sono sinonimi!!!

Cara amica italiana cresciuta canticchiando Miguel Bosé, cara cara amica che hai passato l’adolescenza perturbata da Antonio Banderas, che hai guardato di nascosto a tutti l’isola dei famosi per abbandonarti a ardite fantasie con Sergio Muniz, che sei entrata nell’età adulta sognando Javier Barden e scoprendoti improvvisamente una grande appassionata di tennis per vedere la racchetta afferrata dal braccione di Nadal, cara cara amica italiana che come me hai fatto dell’uomo spagnolo un’icona di sensualità, bellezza genuina e energia erotica, è giunto il momento di una grande domanda:
come, come, come conciliare questo mito allo spagnolo medio?

vorrei essere una racchetta!

L’iconografia del maschione iberico come può accordarsi con i modesti abitanti della penisola iberica??
Questa maschia sensualità di cui ci siamo nutrite, alimentate e fomentate come si compenetra con questi uomini distratti, sciatti, svogliati che si aggirano per le strade della nostra amata Madrid?? Risposta non c’è, ma quello che scriverò oggi lo dedico a una cara lettrice che mi chiede di spiegarle la differenza tra AMAR e QUERER, perché lei c’ha il pischello spagnolo (é durissima, lo so!) e lui non le dice mai “te amo”.

Ma cosa significa AMAR e cosa QUERER? (nella grammatica, perché nella vita non si sa).
Iniziamo dal mio verbo preferito tra i due: QUERER. Nutrire simpatia per questo verbo è facile, in questo è un super minestrone!
Significa:

  • desiderare, volere ¡quiero que vengáis a mi casa! (voglio che veniate a casa mia)
  • Avere volontà e determinazione siempre quiere salirse con la suya (vole sempre avere ragione)
  • Chiedere una quantità per qualcosa quería un euro por su libro (voleva un euro per il suo libro)
  • Qualcosa di conveniente esta pared quiere una mano de pintura (questa parete ha bisogno di essere pittata)
  • Pretenderé, intentare, procurare de mayor quiero ser modelo (da grande voglio essere una modella… troppo tardi, lo so!)
  • Essere vicini al verificarsi di qualcosa parece que quiere llover (sembra che pioverá)
  • Accettare la proposta o il desiderio di qualcuno ¿quieres acompañarnos? (vuoi accompagnarci?)

E infine il significato che più ci interessa, minestrone nel minestrone: amare, voler bene, provare affetto per qualcuno quiere mucho a su hermano (ama, vuole molto bene a suo fratello).

Come se ciò non bastasse QUERER lo troviamo anche in locuzioni:
como quiera cioè in qualsiasi como, di qualunque maniera
cuando quiera, in qualsiasi momento
donde quiera, ovunque
sin querer, senza intenzione

cioè tu in spagnolo potrai dire con lo stesso verbo (ma spero non con la stessa intonazione di voce)
quiero un vaso de agua= voglio un bicchiere d’acqua
quiero mucho a mi perro= voglio molto bene al mio cane
mis pajaritos se quieren mucho= i miei uccellini provano affetto
¡TE QUIERO!= TI AMO!

E il verbo AMAR??
Esiste, ma nello spagnolo della penisola isterica si usa relativamente poco. Amar proprio come in italiano significa AMARE, cioè un sentimento enorme e incontenibile: ama muchísimo a sus hijos, hacer el amor, ama la música clásica. MA lo spagnolo non dirà mai (o quasi, perchè bisogna sempre lasciare il beneficio del dubbio) TE AMO, queste due paroline tanto bramate da noi donne!
Cioè siccome il maschio spagnolo è piuttosto basico, non ha passato l’adolescenza vedendo i film di Muccino e non ha mai fatto un murales sulla parete della casa della sua pischella lui, il maschio spagnolo, non capisce fino in fondo che AMAR e QUERER si somigliano ma non sono proprio uguali, o forse lo capisce ma vuole lasciarsi una via di scampo e quindi resta sul vago, e dice TE QUIERO.
Se tu gli rispondi TE AMO suonerai così latino-americana alla sue orecchie che il momento romantico sarà irrimediabilmente finito!
Non disperare cara e sconosciuta lettrice, se non usa il verbo AMAR non è per colpa tua, ma per colpa della sua professoressa delle medie!

Mentre scrivo cattiverie a ruota libera mi chiedo: ma PischiOne leggerá questo post INDI si arrabbierá per la mia lingua biforcuta o non lo leggerá??? dovrò prendere mille aerei per scappare dalla sua ira? questa è la prova del 9 per sapere se legge davvero i post o clicca sul “mi piace” di facebook senza leggere niente!

Colgo l’occasione del verbo AMAR per fare gli auguri a una persona che AMO e AMO e RIAMO: la mia MAMMA, che oggi 23 maggio compie 61 anni (credo!): AUGURI MAMMA, ¡TE AMO!

 

aerei

 

Read More →