¡NO PUEDO CON EL CULO! (jjeejeje)

C’è una sola cosa che rende il ritorno a Madrid duro e triste: l’aver conosciuto in Italia un omino stupendo ed essermene perdutamente innamorata…ecco a voi CICCIO, il mio nuovo nipotino!!

Ciccio nella sua 4ª ora di vita

Siccome Ciccio mi ha trasmesso serenità e innocenza io in Italia sono stata bene. Poi qualche ora fa sono atterrata a Madrid e la vita mi ha nuovamente aggredita con tutte le sue faccende quotidiane e senza entrare nel personale oggi parlerò di una espressione spagnola che fa proprio per me: ¡NO PUEDO CON EL CULO!
Questa piccola frasetta sembra straripi volgarità, e invece è un’espressione molto comune e non troppo grossolana che indica situazioni di stanchezza estrema. Siccome il culo pesa no poder con el culo significa che si è talmente tanto stanchi da non riuscire a fare nulla!

Ecco io fino a lunedì no puedo con el culo, quindi mio caro amico italiano che vuoi venire a vivere a Madrid ti chiedo davvero scusa se la qualità dei miei post ultimamente è precipitata verso il nucleo terrestre!
Presto (questo we) cambieró casa, disferó i cartoni, potró finalmente recuperare le mie robe invernali dalla casa di Dimitri Petrof, ricominceró a vedere i miei amici e reinserirmi nel tessuto sociale madrileño e la mia vita tornerá ad essere normale: non vedo l’ora!!!

A proposito di culo la cosa piú interessante dei miei giorni a Barcellona (pre-Italia) è stata la mutanda-culona, capo basic per le acule come me!

piú culo per tutti!

Invece la cosa più strabiliante di Barcellona era la vista del mio hotel: case su case su case. Vite su vite su vite. Questo mondo è disordinato, ma Cicco lo migliorerá.

potrei passare ore e ore a guardare questa immagine...

Read More →

La marijuana ci salverà??

C’è crisi. C’è grossa crisi.
E che si fa in Spagna per dare una sterzata a questa terribile crisi economica che ci attanaglia?? Oltre il progetto dell’Eurovegas si propongono dei piani anticrisi davvero originalissimi, come ad esempio quello di Rasquera, piccolissimo comune catalano in provincia di Terragona da qualche giorno protagonista della politica spagnola.

A Rasquera stanno TROPPO AVANTI!

Gli abitanti di questo municipio oggi hanno deciso tramite referendum (e siamo in attesa del risultato) se cedere i terreni del comune per COLTIVARE MARIJUANA!!!
Questo progetto davvero alternativo è inserito nel piano anticrisi del comune, uno dei più indebitati di tutta la cataluña.
La coltivazione a grande scala di marjiuana sarebbe destinata ai 5.000 soci del club di autoconsumo, che pagherebbero 1,3 milioni di euro in 2 anni. Inoltre questa coltivazione creerebbe 40 posti di lavoro diretti e indiretti.
Il sindaco di Rasquera ha dichiarato che porterà avanti il progetto solo se minimo il 75% degli abitanti vota per il si, e se dovesse vincere il NO lui si dimetterebbe.

La scheda per il referendum, ovviamente in catalano!!

Le votazioni si sono chiuse alle 21.00 di questa notte: hanno votato 555 persone, il 68% dei residenti con diritto al voto. Che avranno deciso?? Dovremo aspettare ancora qualche ora per saperlo ma questa interessante storia ci lascia un insegnamento sicuro: la crisi economica o deprime o scatena la creatività, senza vie di mezzo!


Read More →