La festa de la Almudena a Madrid

Oggi a Madrid siamo felici di brutto perché è la festa de a Virgen de la Almudena, a cui è intitolata la grossa cattedrale di Madrid che sta proprio dietro la mia nuova casa.

La catedral de Santa María la Real de la Almudena

In questa festa qui innanzi tutto non si lavora, poi si regalano fiori alla vergine e si mangia la Corona de la Almudena che è un dolce identico al Roscón de Reyes
Questo dolce qui in spagna si mangia anche in tante altre occasioni che adesso non mi ricordo ma io inizio a pensare che hanno solo questo dolce qui, gli spagnoli, e per questo lo mangiano di continuo.

non ne posso più con tutte ste corone!

Poi ogni tanto quando a madrid è festa la gente sbrocca e si veste da chulapos, cosa che personalmente mi piace tanto. Un giorno non molto lontano da questo anche io mi vestiró da chulapa!

oggi in centro chulapos a volontá

Non ho molto altro da dire in questo momento, tranne che oggi ho fatto un girone nel mio nuovo quartiere e la cosa piú carina che ho trovato è stata una casa azzurra:

voglio vivere in questa casetta azzurra!


Sicuro che quello della casetta azzurra quando passa davanti casa mia dice che vuole vivere nel palazzetto del ladrillo loco.
MA PERCHÈ NOI ESSERI UMANI DESIDERIAMO SEMPRE QUELLO CHE NON ABBIAMO???? Almudena, aiutaci tu!

Read More →

Día de la Hispanidad: se ami la tortilla è anche la tua festa!

Stasera from disco to disco, perché domani in tutta la Spagna ma (ovviamente) soprattutto a Madrid festeggiamo el Día de la Hispanidad , per gli amici anche conosciuto come Fiesta Nacional de España ¡qué guay!
(
Qué guay in spagnolo significa CHE BELLO!)!!
Nel concreto questo
Día de la Hispanidad vuole commemorare il 12 ottobre 1492, giorno in cui il nostro amatissimo connazionale CRISTOFORO COLOMBO scoprì l’Ammmericaaa!

Ma perché gli spagnoli usano come “giorno della spagnolosità” la data in cui un italiano scoprì l’America?? Bhè, perché loro con la colonizzazione i nostri amatissimi spagnoli “si fecero come i porci” (come si dice a bari), quindi insomma tra tutti i giorni dell’anno hanno scelto proprio questo qui.
Bene! Auguri a tutti noi “spagnolosi”! in realtà el Día de la Hispanidad ha davvero tanti nomi:

  • Día de la Fiesta Nacional  (Giornata della Festa Nazionale)
  • Día Nacional de España  (Giornata Nazionale di Spagna)
  • Día de la Patria   (Giornata della Patria)
  • Fiesta de la Hispanidad  (Festa della Spagnolosità)
  • Día del Día del Descubrimiento (Giornata della Scoperta)
  • Día del Pilar, Patrona de Hispanoamérica (Giornata del Pilar)
  • 12-O (12-Ottobre, per la strambotica mania degli spagnoli di abbreviare così le date)
  • Día de Colón (Giornata di Colombo, e non del colon. Forse.)

Specifico che Pilar è un nome di donna, e infatti domani è proprio Santa Pilar.

Come tutte le feste patriottiche anche la Fiesta de la Hispanidad  ha un retrogusto un po’ destrorso: il paseo de la Castellana è bloccato dalla sfilata militare, ci sono gli aerei che fanno troppo troppo rumore e a rafforzare questo tristissimo aspetto della giornata di festa c’è il ricordo di quando Franco definiva il 12 ottobre  día de la Raza (Giornata della Razza): per quello poi si iniziò a chiamare Día de Colon!


Bastaaaa!! Non se ne può più di questi superatissimi concetti di nazioni, razze, patrie, vergini…!! Non se ne può più del desfile de las Fuerzas Armadas!!
Meno militari e più musicisti per tutti gli stati!!
Se anche tu come me ti riconosci solo nelle razze canine ti invito a festeggiare la Fiesta de la Hispanidad  con una cerveza, per dimenticare i confini e sognare uomini con meno uniformi e più costumi da bagno!

Read More →

2 Maggio: festa di MADRID!

Oggi è 2 di maggio, festa di Madrid: si celebra quello che è conosciuto come il “Levantamiento del 2 de mayo” del 1808.
In questa data le classi popolari di Madrid si opposero all’occupante francese. Di contro i francesi risposero in modo crudele alla (giusta) ribellione, e Murat esattamente il 2 maggio firmò un decreto che creava una commissione militare per sentenziare a morte tutti coloro che fossero stati incontrati con armi alla mano.
Nel Salòn del Prado e nei campi di Moncloa furono fucilati centinaia di patrioti. Murat pensava in questo modo di aver sconfitto i rivoluzionari, ma si sbagliava!
La sua prepotenza aveva solo ulteriormente infiammato l’animo degli spagnoli: la notte del 2 di Maggio, nella città di Mostoles un politico di nome Juan Pérez Villamil redasse una vera e propria dichiarazione di guerra ai francesi, dal nome Bando de los alcaldes de Móstoles o Bando de Independencia.

Insomma oggi a Madrid si festeggia la libertà: in alto i calici, gatos!

Read More →