La patatina tira

Se ami la patata (intesa come tubero) devi assolutamente venire a cenare dietro casa mia, in Calle Ferrocarril 21. Dopo il Museo del Prado, il Reina Sofia, il Museo Thissen e il Museo del Jamon una tappa imperdibile per gli amanti dell’arte e del cibo è EL MUSEO DE LAS PATATAS, un piccolo bar di quartiere trasformato nel Tempio di DOÑA PATATA.

In questo posto potrai mangiare qualsiasi cosa accompagnata da PATATE ad un prezzo davvero irrisorio, ed ovviamente bere tanta e tanta birra per un prezzo che oscilla tra 1 euro e 1,20 euro, a seconda se consumi al banco (in piedi, o al massimo appoggiato alla barra, proprio come piace agli spagnoli) o seduto al tavolo (come si fa nel resto del mondo).
Le cose curiose de EL MUSEO DE LAS PATATAS sono tre: la prima è che si tratta di un luogo assolutamente didattico, dove numerosi cartelli e poster informano sul valore nutritivo della patatona, ricca di vitamina C, fondamentale per la nostra nutrizione (assieme ai suoi amici Pomodoro e Limone).

La seconda cosa interessante è che tutti i piatti di qualsiasi-cosa-con-patata hanno anche l’uovo. Se la razione è intera ci sono ben due uova per ogni piatto, se invece è una mezza razione troverai solo un uovo. Se anche tu, mio caro amico italiano che vuoi venire a vivere a Madrid, sei allergico alle uova proprio come me NON TEMERE! Il proprietario de EL MUSEO DE LAS PATATAS ti preparerà un piatto senz’uovo, ma con il doppio di patate! Che bello!
La terza e ultima cosa straordinaria del EL MUSEO DE LAS PATATAS è proprio il suo proprietario: un anziano dalla faccia peculiare e con un discreto culto del proprio io, che ha rivestito il locale di sue foto (tra i manifesti pro-patata). In una di queste immagini si potrà ammirare da giovane, con l’uniforme de los Regulares de Melilla (io non l’avevo mai vista una immagine così!!!).
Quando andrai a EL MUSEO DE LAS PATATAS potrai ordinare qualsiasi cosa: è tutto buonissimo! Non posso consigliarti niente!

W LA PATATA E BUONA FESTA DELLA DONNA A TUTTE NOI DONNE PATATOSE!

Read More →

Storie di ORECCHIETTE a Madrid

Devo iniziare questo scrittino dicendo GRAZIE a Isaac, gentilissimo sconosciuto che ha fatto il logo di www.vivereamadrid.it.! E devo ringraziare PischiOne per la grafica della nuova pagina! PischiOne, hai vinto un piatto di ORECCHIETTE ALLA CIME DI RAPE!!

pollcode.com free polls
A uno spagnolo potrebbero piacere le ORECCHIETTE ALLE CIME DI RAPE?
NO! Non sono abbastanza fritte! FORSE, ma per sicurezza prima della cena mangerebbe un bocata de chorizo SI, se aggiungi della pancetta fritta   

Allora oggi mentre ero in cercania pensavo a quale sarebbe stata la cena-premio se io fossi stata gata-gata (madrileña di origine), e la risposta è stata ancora una volta completamente terrona…OREJAS!!!
Se anche tu sei comilón (golosone)  ecco la ricetta de LAS OREJAS, a prova di scimmia: ingredienti: orecchie di maiale, 1 aglio, alloro, pimientón, sal, cipolla, salsa. Preparazione: Pulisci le orecchie e falle cuocere per circa 1 ora nella pentola a pressione, con l’aglio, l’alloro, il pimientón e il sale. Quando le orecchie saranno cotte sarà sufficiente mettere in una pentola PARECCHIO olio (come piace agli spagnoli), la cipolla a spicchi, un pò d’aglio, un pò di farina, un pò di acqua della pentola a pressione dove abbiamo cotto le orecchie, e finalmente le orecchie a pazzettini. Le fai cuocere solo 5 minuti e sono pronte!

W LE ORECCHIE!

Read More →