La parola SANGRIA si pronuncia così come si scrive, ma con enfasi, perché è buona e se assunta in dosi corrette aiuta a raggiungere la felicità!


Cos’è la SANGRIA?

La SANGRIA è una tipica bevanda alcolica spagnola. Il suo nome viene da “sangre” (sangue), per il colore rosso della bevanda.  Gli ingredienti basici della sangria sono vino rosso, zucchero e frutta, e si beve soprattutto in estate, sia a tavola che nelle feste e negli incontri casalinghi. Attento! La SANGRIA non è una bevanda mondana, se la ordini in un bar di notte corri il rischio di essere visto come un “friki(uno strambo).

RICETTA DELLA SANGRIA

(difficoltà: facile)

INGREDIENTI

1 litro di vino rosso

Il succo di 2 arance

4 pesche fatte a pezzettini

5 cucchiai di zucchero

2 bucce di limone

2 pizzichi di cannella

PREMESSA

La vera SANGRIA è fatta con un vino economico! Non usare come base vini particolarmente pregiati. Il Tavernello andrà benissimo!

PROCEDIMENTO

Mettere il vino in una caraffa grande, e aggiungere lo zucchero. Mescolare fino allo scioglimento.

Quindi aggiungere la cannella, e successivamente il succo delle arance, (volendo anche qualche rondella), le bucce di limone e le pesche (già tagliuzzate in pezzi molto piccoli).

Mescolare bene e mettere la caraffa in frigorifero per un paio d’ore.

SEGRETI E TRUCCHI

La sangria ha numerosissime varianti! Se non hai a portata di mano le pesche potrai sostituirle con mele, pere, kiwi, banane, ciliegie, frutta tropicale (insomma qualsiasi frutta che non sia eccessivamente morbida). Inoltre si può rafforzare la SANGRIA aggiungendo bevande alcoliche: bitter, rum, gin o vodka. Se invece vuoi abbassare il livello alcolico della bevanda sarà sufficiente aggiungere cubetti di ghiaccio, o un po’ di fanta o succo di limone.

CONSIGLI

ATTENZIONE! La SANGRIA lascia una resaca (sbornia) terribile! Per essere 100% spagnolo e attenerti alle tradizioni più pure assicurati di avere un letto, un prato o un divano a portata di mano, per farti la SIESTA dopo una bella bevuta di sangria!